SHARE
18GEN

JUVENTUS-PARMA 14:05


Cambia la difesa bianconera dopo l'infortunio al ginocchio subìto da Demiral, spazio a De Ligt al fianco di Bonucci. In mediana va verso la conferma Rabiot, complice la squalifica di Bentancur. Avanti si rinnova il ballottaggio tra Ramsey (favorito) e Higuain per completare il reparto ai lati di Dybala ed il recuperato Ronaldo, tornato in gruppo dopo la sinusite che lo ha portato a saltare il match di Coppa Italia. Nei ducali nuovo stop muscolare per Gervinho, OUT per la sfida all'Allianz Stadium; mister D'Aversa potrebbe allora inserire Scozzarella a centrocampo ed avanzare Kucka nel tridente con Kulusevski e Inglese (in lotta con Cornelius per il ruolo di punta centrale). OUT inoltre Barillà e Grassi per noie fisiche, mentre un acciaccato Darmian proverà a stringere i denti.

MILAN-UDINESE 14:00


In casa rossonera ottimismo per l'impiego di Gigio Donnarumma tra i pali, dopo che a Cagliari il portiere ha lamentato una contrattura muscolare alla coscia. Fermo Calabria per un fastidio alla caviglia lamentato in Sardegna, non al meglio neppure Musacchio e Calhanoglu per noie fisiche e non fanno parte dei convocati; sulla destra di difesa spazio a Conti mentre al centro Kjaer al fianco di Romagnali mentre sulla sinistra di centrocampo ritroverà posto Bonaventura. Mister Pioli confermerà Leao in attacco al fianco di Ibrahimovic, dal 1' potrebbero rivedersi anche Castillejo e Kessiè. Ancora panchina per Suso e Piatek. Nella difesa friulana mister Gotti potrebbe rinnovare la fiducia a Becao al fianco di Troost Ekong e Nuytinck. Sulle fasce Larsen e Sema, in mezzo al campo conferma per Fofana ai lati di Mandragora e De Paul. Avanti Lasagna in pole su Nestorovski per formare il tandem con Okaka. Indisponibile Samir, convocabile Teodorczyk malgrado una forte contusione con ematoma all’orbita oculare sinistra rimediata in allenamento ma, se chiamato in causa, giocherà con un’apposita maschera protettiva.

BOLOGNA-VERONA 13:50


In casa rossoblu sospiro di sollievo per le condizioni di Orsolini, frenato nell'allenamento di mercoledì da un leggero infortunio alla spalla; gli esami hanno escluso lesioni, il calciatore dovrebbe farcela per domani a scendere in campo dall'inizio contro il Verona, anche se Mister Mihajlovic, precauzionalmente, tiene pronto Skov Olsen come alternativa sulla fascia destra offensiva. Problema fisico per Denswil che in settimana si è sottoposto a terapie, il tecnico confermerà Mbaye sulla sinistra di difesa mentre al centro non mancherà Bani ristabilitosi da una contusione al ginocchio rimediata a Torino. A centrocampo Dzemaili può tornare dal 1', ma viva la concorrenza di Dominguez. Convocabile anche il nuovo acquisto Barrow. Recuperato Pazzini nell'attacco gialloblu, ma mister Juric può confermare dall'inizio Verre falso nove con Pessina e Zaccagni a supporto. Dalla panchina Stepinski e il nuovo arrivato Borini. Difesa diretta da Kumbulla con Rrahmani e Gunter ai lati. Sulle fasce Faraoni e Lazovic.

LAZIO-SAMPDORIA 13:45


In casa biancoceleste fa parte dei convocati Correa, tornato solo venerdì a lavorare con i compagni dopo aver smaltito l'affaticamento al polpaccio che lo aveva costretto nei tre giorni precedenti ad allenarsi in disparte. In avanti, però, dall'inizio ci sarà Caicedo in coppia con Immobile. Sarà assente Lulic causa squalifica, oltre gli infortunati Marusic e Cataldi, sulla fascia sinistra andrà a sistemarsi Jony mentre sulla destra ci sarà Lazzari. A disposizione Parolo, ma a centrocampo mister Inzaghi non muoverà le pedine Milinkovic, Leiva e Luis Alberto. In difesa Patric prefeito a Luiz Felipe per affiancare Acerbi e Radu. Retroguardia del Doria che tornerà ad essere diretta da Colley, scontato il turno di stop. A centrocampo verso la conferma Thorsby a svantaggio di Ekdal. In attacco Gabbiadini con Caprari, fuori Quagliarella per un fastidio al flessore dell'ultima ora. In gruppo Bertolacci che torna tra i convocati, indisponibili Ramirez, Depaoli ed il lungodegente Ferrari.

GENOA-ROMA 13:36


Nel Grifone è squalificato Criscito, inoltre in difesa forfait anche di Zapata nuovamente alle prese con noie fisiche; potrebbe essere rispolverato Goldaniga nel terzetto arretrato ai lati di Romero e Biraschi. Sulle fasce Ankersen e Barreca, nuova esclusione in arrivo per Ghiglione. In regia Schone con Sturaro e Behrami ai lati, ma lo svizzero deve guardarsi dalla concorrenza di Cassata e Jagiello. Avanti Sanabria può essere preferito inizialmente a Favilli e Destro per far coppia con Pandev. In casa giallorossa mister Fonseca chiamato ad ovviare alle assenze per squalifica di Florenzi e Kolarov: pronti Santon e Spinazzola, quest'ultimo, saltato il trasferimento all'Inter, ha svolto solo la rifinitura con la squadra. Infortunato Zaniolo, sulle fasce offensive Under e Kluivert vista l'indisponibilità di Perotti che non ha recuperato da una contusione subìta a Parma in Coppa Italia. In mediana Diawara al fianco di Veretout, dalla panchina Cristante.

LECCE-INTER 12:56


Nei salentini mister Liverani monitora le condizioni degli acciaccati Calderoni, Shakhov e Farias; difficilmente il tecnico riuscirà a recuperarli per domenica: spazio a Meccariello in difesa, Deiola a centrocampo e Babacar in attacco in coppia con il ristabilito Falco. Recuperabile Lapadula, che oggi non si è allenato causa influenza. Nei nerazzurri riecco a disposizione Barella e Skriniar, scontati i rispettivi stop per squalifica. Il centrocampista può scalzare Gagliardini dai titolari, affiancando Brozovic e Sensi. Il difensore slovacco tornerà dall'inizio nel terzetto di difesa, ballottaggio poi tra Bastoni (favorito) e Godin. Sulle fasce Candreva e Biraghi, convocabile Young. In avanti inamovibili Lautaro Martinez e Lukaku. Non convocato Vecino.

BRESCIA-CAGLIARI 12:55


Nelle fila delle Rondinelle tornano arruolabili Tonali per la regia e Cistana al centro della retroguardia, scivolano in panchina Viviani e Mangraviti. Sulla sinistra di difesa Martella scalpita, rischia Mateju dopo la prova opaca di Genova. Avanti Balotelli con Torregrossa, per la trequarti si candida il nuovo acquisto Skrabb. Dalla panchina Donnarumma. Nei sardi indisponibili Cacciatore e Mattiello, sulle fasce di difesa vanno verso la conferma Faragò e Pellegrini. In mediana cerca posto Ionita, rischia Nandez mentre Nainggolan ha smaltito le fatiche di Coppa dopo aver lavorato giovedì in disparte. In attacco Simeone con Joao Pedro. Non convocati Castro, Pavoletti, Ceppitelli e Ragatzu.

NAPOLI-FIORENTINA 10:29


Emergenza nella difesa azzurra: assente per squalifica Mario Rui, agiranno sulle corsie esterne Di Lorenzo e Hysaj complice anche l'indisponibilità di Maksimovic e Malcuit. Al centro Luperto, che stringerà i denti nonostante l'influenza accusata martedì; infatti Koulibaly sta provando a forzare il recupero, ma Gattuso non lo rischierà. Lamenta ancora fastidi Meret, tra i pali prenderà posto Ospina. In mediana Fabian Ruiz insidiato dal nuovo acquisto Demme, convocato anche l'ultimo arrivato Lobotka. In attacco Milik con ai lati Callejon e Insigne, indisponibile Mertens rientrato dal Belgio dopo le cure fisioterapiche per risolvere un edema muscolare. Nell'attacco della Viola cresce la concorrenza, mister Iachini potrebbe schierare Cutrone al San Paolo al fianco di Chiesa; pronto a subentrare Vlahovic mentre non fa parte dei convocati Boateng. In regia Pulgar coadiuvato da Benassi e Castrovilli, nuova panchina in arrivo per Badelj. Difesa guidata da capitan Pezzella, fasce presidiate da Lirola e Dalbert.

ATALANTA-SPAL 10:28


Nella Dea assente Hateboer per squalifica, le fasce saranno presidiate da Castagne e Gosens. In mezzo al campo potrebbe rivedersi Freuler, ma per due maglie ci sono anche De Roon e Pasalic in lizza. Difesa diretta da Palomino. In attacco Zapata con Ilicic e Gomez, ma il colombiano rimane insidiato da Muriel mentre l'argentino venerdì ha lavorato in disparte ed, anche se recuperabile, mister Gasperini tiene in preallarme Malinovskyi. Nella difesa spallina stop per Tomovic, vittima in Coppa Italia a Milano di una distorsione alla caviglia; mister Semplici potrebbe schierare Felipe ai lati di Vicari e Cionek. Tentativo di recupero in extremis per Reca, altrimenti sulle fasce Igor e Strefezza. In attacco potrebbe essere schierato Di Francesco al fianco di Petagna. In regia Missiroli coadiuvato da Valoti e Murgia, ma quest'ultimo tallonato dal nuovo acquisto Dabo.

SASSUOLO-TORINO 10:25


Attacco neroverde che ritrova a disposizione Berardi, accolto il ricorso per la squalifica. L'attaccante verrà schierato da mister De Zerbi sulla sinistra e, con Boga a destra, sarà chiamato ad innescare la punta Caputo. Trequartista centrale Djuricic favorito su Traorè. Torna Locatelli a centrocampo, mentre forfait per Duncan alle prese con un fastidio muscolare. Sulla sinistra di difesa Rogerio in lotta con Kyriakopoulos per una maglia; al centro spazio a Peluso complice un infortunio alla caviglia rimediato da Ferrari in allenamento. Ai box anche Marlon e Chiriches. In casa granata apparsi recuperati Rincon, Falque e Lyanco, prima passi in gruppo anche per Baselli ma da valutare la sua convocazione per l'Emilia. Ai box Ansaldi e Zaza, lieve affaticamento inoltre per Djidji che verrà valutato sino a ridosso del match dallo staff medico ed in preallarme per la difesa rimane Bremer. Sulle corsie esterne De Silvestri e Aina. Avanti Belotti e Berenguer mentre rischia la panchina Verdi, dopo la reazione contro Mazzarri al cambio nel match contro il Bologna; viva l'opzione Meitè con il passaggio al 3-5-2.