22GEN

CAGLIARI-FIORENTINA 17:22


Nei sardi salgono a otto i casi di coronavirus (Cragno, Lykogiannis, Deiola, Grassi, Lovato, Bellanova, Aresti e il giovane Cavuoti) e gara a rischio; inoltre mister Mazzarri deve fare a meno degli squalificati Pavoletti e Carboni oltre che degli infortunati Ceter, Strootman, Walukiewicz e Rog. Piena emergenza, il tecnico tra i pali si affiderà a Radunovic. Possibile una difesa a tre con il rientro al centro di Ceppitelli e ai suoi lati schierati Altare e Goldaniga. Fasce occupate da Zappa e Dalbert. A centrocampo non è al meglio Nandez (contusione gamba destra), pronto Obert a completare il reparto con Marin e Ladinetti. In attacco occasione per Pereiro in coppia con Joao Pedro. 

Nella Viola cerca conferma Terracciano tra i pali, ma resta insidiato dalla candidatura del ristabilito Dragowski. La difesa (composta da Odriozola, Milenkovic, Igor e Biraghi) dovrebbe essere invece confermata in blocco dopo la straripante vittoria sul Genoa. In mezzo al campo Bonaventura e Torreira non si toccano, poi Duncan cerca posto a svantaggio di Maleh. In attacco mancheranno Saponara e Vlahovic che non sono stati convocati (da segnalare 2 casi di coronavirus emersi dall'ultimo giro di tamponi), spazio per Piatek e Gonzalez dall'inizio poi ultima maglia in ballo tra Ikonè e Callejon.
Mister Italiano in conferenza stampa: "Portiere? Chi sta bene gioca, chi non sta bene resta fuori. Maleh è maturato. Piatek e Ikonè stanno benissimo". 

SPEZIA-SAMPDORIA 16:50


Negli aquilotti c'è da ovviare alla squalifica di capitan Maggiore, chance per Sala in mediana con Kiwior (ancora in pole su Kovalenko) e Bastoni. Corsie esterne presidiate da Gyasi e Reca, quest'ultimo recuperato dal problema alla spalla ravvisato lunedì a San Siro. Avanti mister Thiago Motta potrebbe promuovere Agudelo e rilanciare dall'inizio Nzola, ma vive restano le candidature di Verde e Manaj. Difesa diretta da Erlic, poi completata da Amian e Nikolaou. In porta ci sarà Provedel. 

Cambio sulla panchina blucerchiata, ora affidata a mister Giampaolo. Il tecnico ha provato in allenamento il 3-5-2 con Caputo e Gabbiadini in attacco, in attesa della miglior condizione di Quagliarella alle prese con un leggero fastidio muscolare al polpaccio e non convocato. Sulle fasce Candreva e Augello, ma a sinistra attenzione alla possibile novità Murru. In mezzo al campo il recuperabile Ekdal (in ripresa da una fastidiosa fascite plantare) accompagnato da Rincon e Thorsby. Senza Yoshida infortunato e Colley in Coppa d'Africa, nella difesa a tre potrebbe esserci l'esordio di Magnani (preferito al rientrante Chabot) e la conferma di Ferrari (in ballottaggio però con Dragusin) assieme poi a Bereszynski. Dalla panchina Conti. In porta Falcone, ai box infatti Audero. 
Mister Giampaolo in conferenza: "Il modulo non è importante. Dobbiamo ragionare sui principi". 

MILAN-JUVENTUS 16:34


Al centro della retroguardia rossonera ci sarà il rientro di Alessio Romagnoli, guarito dal coronavirus e da mercoledì tornato ad allenarsi in gruppo. Per il ruolo di terzino destro invece nella rifinitura provato Calabria. In mezzo al campo riecco Tonali, scontato il turno di squalifica, al fianco di Krunic che però rimane insidiato dall'algerino Bennacer rientrato giovedì a Milanello dopo l'eliminazione dalla Coppa d'Africa. Nel ruolo di punta centrale dovrebbe giocare Ibrahimovic con a supporto Messias (impiegato tra i titolari nell'ultimo allenamento a svantaggio di Saelemaekers), Diaz e Leao; invece pronti a subentrare a gara in corso Giroud e Rebic. 

Nei bianconeri dovrebbe ritrovare una maglia da titolare in attacco Morata, sostenuto poi da McKennie, Dybala e Bernardeschi (preferito a Kulusevski). A centrocampo Locatelli e Rabiot, anche se non perde quota l'opzione Danilo (verrebbe impiegato come terzino destro col conseguente avanzamento di Cuadrado sul binario destro e lo slittamento in mezzo al campo di McKennie). Al centro della difesa ci sarà Chiellini con De Ligt, assente per infortunio l'ex di turno Bonucci. Sulle fasce si disporranno Cuadrado e Alex Sandro, ma il brasiliano deve guardarsi dalla concorrenza di Pellegrini. Tra i pali il polacco Szczesny. 
Mister Allegri in conferenza alla vigilia del match: "Stiamo tutti bene e disponibili tranne Bonucci e Ramsey, speriamo di azzeccare la formazione...". 

NAPOLI-SALERNITANA 11:27


Negli azzurri sono recuperati Ospina e Insigne, tornati ad allenarsi col gruppo nella seduta di giovedì: il 24 azzurro confida di strappare una maglia dal 1' minuto sulla sinistra offensiva; il portiere colombiano, dal canto suo, potrebbe tornare titolare a svantaggio di Meret. In attacco inoltre cerca posto dall'inizio anche Osimhen, visto in campo a Bologna lunedì per uno spezzone ma mister Spalletti deve valutare se il nigeriano è pronto a partire titolare a svantaggio di Mertens. Sulla destra offensiva Lozano, forte della doppietta del Dall'Ara, potrebbe essere nuovamente preferito a Politano. In mezzo al campo Lobotka e Ruiz, dalla panchina Demme. Difesa diretta da Rrahmani, conferma dal 1' per Juan Jesus.  

Nei granata sono 8 i casi di calciatori colpiti dal coronavirus e gara a rischio. Verso l'esclusione invece Ribery, tornato da mercoledì a svolgere un lavoro atletico specifico presso il presso il C.S. "Mary Rosy" ma non ancora in condizione. Mister Colantuono recupera Simy, negativizzatosi, e l'attaccante potrebbe partire dal 1' in coppia con Bonazzoli. In regia Di Tacchio coadiuvato da Obi e Schiavone, sulle fasce Kechrida e Ruggeri. In difesa ci sarà il rientro di Gyomber che ha scontato il turno di squalifica, invece sarà assente Ranieri fermato per un turno dal Giudice Sportivo.
Mister Colantuono venerdì in conferenza: "Due calciatori si sono negativizzati, ma non sappiamo se possiamo aggregarli al gruppo perchè devono superare i test da sforzo come da protocollo. Altri otto hanno il covid. Ribery non ci sarà, non è in condizione".

LAZIO-ATALANTA 10:55


In casa biancoceleste ottimismo per il recupero di Zaccagni, colpito duro alla caviglia martedì in Coppa Italia ma venerdì sul campo di allenamento per provare a esserci in campionato. Mister Sarri, tuttavia, tiene caldo Moro per completare l'attacco con Felipe Anderson e Immobile, complice un guaio muscolare di cui è rimasto vittima Pedro a Salerno. Venerdì mattina visite di idoneità per Basic che tornerà convocabile, ma dall'inizio spazio ancora a Luis Alberto a centrocampo dove spicca l'assenza di Cataldi per squalifica e sarà rimpiazzato da Leiva. In difesa Patric e Luiz Felipe al centro, terzini agiranno Hysaj e Marusic. Tra i pali Strakosha. 
Mister Sarri venerdì in conferenza stampa: "Zaccagni recuperato? Vediamo oggi come si allenerà, poi lo proveremo anche domani mattina".

La compagine bergamasca ha rinviato la partenza per Roma alla mattinata di sabato in quanto, come comunicato venerdì nel tardo pomeriggio dal club in una nota, sono state rilevate ulteriori positività al Covid-19 (sembrerebbero 7 totali). Piena emergenza dunque in casa della Dea. Mister Gasperini avanti si affiderà a Piccoli con Miranchuk e l'avanzato Zappacosta a supporto. Sulle fasce Maehle e Pezzella, in mezzo al campo Freuler e Pessina. Difesa diretta da Palomino e completata da Toloi e Demiral, dinanzi i pali dell'argentino Musso.

TORINO-SASSUOLO 10:54


Nei granata mister Juric potrebbe confermare in blocco l'11 che ha espugnato sabato scorso il Ferraris di Genova. In tal caso, Zima verrebbe ancora preferito a Djidji in difesa con Bremer e Rodriguez. In mezzo al campo Mandragora affiancherebbe Lukic, nuova partenza dalla panchina per Pobega. Le corsie esterne dovrebbero essere occupate da Singo e Vojvoda, farà rientro tra i convocati invece Ansaldi guarito dal coronavirus. In attacco Sanabria supportato da Brekalo e Praet, pronto a subentrare Pjaca. Indisponibili Baselli, Linetty e Kone. 
Mister Juric in conferenza: "Mandragora è un giocatore completo, non un regista. Un po' come Pobega. O gioca uno o l'altro. Belotti non sono sicuro possa essere disponibile già dopo la sosta". 

Nei neroverdi arruolabile Berardi, scontata la squalifica e pronto a riprendere posto nell'11 titolare per supportare con Raspadori e Kyriakopoulos (in ballottaggio con Defrel) l'azione offensiva di Scamacca. In mediana si sistemeranno Frattesi e Maxime Lopez. In difesa chiamati agli straordinari Ferrari e Rogerio dopo l'impegno di Coppa Italia, restano poi favoriti Toljan e Chiriches per completare il reparto dinanzi la porta di Consigli.  

EMPOLI-ROMA 10:50


Nei toscani un elemento del gruppo squadra risultato positivo al coronavirus venerdì, non è stato reso noto il nome. Mister Andreazzoli potrebbe confermare l'assetto a una punta con Pinamonti supportato dai trequartisti Bajrami e Henderson. In mediana Bandinelli, Ricci e Zurkowski. Terzini agiranno Stojanovic e il ristabilito Marchizza, al centro della retroguardia in pole Ismajli e Tonelli per partire dal 1' minuto. Tra i pali ci sarà Vicario. 

Nei giallorossi arruolabili Cristante e Ibanez scontata la squalifica: il primo cerca posto in mezzo al campo, ma mister Mourinho potrebbe confermare Mkhitaryan, Oliveira e Veretout; il difensore invece in caso di reparto a tre potrebbe trovare posto dal 1' con Mancini e il ristabilito Smalling (da venerdì di nuovo in gruppo al pari di El Shaarawy). Corsie esterne presidiate da Karsdorp (in serrato ballottaggio sulla destra con Maitland-Niles) e Vina. Prima punta sarà ancora Abraham sostenuto da Zaniolo. Indisponibili Pellegrini e il lungodegente Spinazzola.