2OTT

ATALANTA-MILAN 16:15


Tegola Gosens per la Dea mercoledì in Champions League contro lo Young Boys; infatti il tedesco costretto a fermarsi a causa di un problema muscolare che lo terrà ai box circa due mesi. In campionato spazio a Maehle e Zappacosta sulle fasce. Recuperato Palomino, può essere impiegato nel terzetto di difesa con Djimsiti e Toloi anche se quest'ultimo non è al top della condizione dopo aver lavorato venerdì in disparte a Zingonia al pari di Demiral. In mediana Freuler e De Roon, ma sale la candidatura di Koopmeiners. Avanti Zapata, pronto a subentrare il ristabilito Muriel. Sulla trequarti Malinovskyi e Pessina rischiano dopo le fatiche di Coppa sul pressing di Pasalic e Ilicic. Mister Gasperini in conferenza: "Toloi, Palomino e Demiral stanno bene, Muriel è guarito. Per Gosens tempi lunghi". 

Nel quartier generale rossonero monitorate le condizioni di Diaz, uscito claudicante martedì in Champions League contro l'Atletico Madrid; il 10 rossonero sofferente al ginocchio per una tendinopatia, ma c'è ottimismo per vederlo in campo dal 1' a Bergamo. Lo spagnolo dovrebbe dunque schierarsi alle spalle della punta Rebic (in leggero vantaggio su Giroud per una maglia dall'inizio). Esterni offensivi Saelemaekers e Leao, indisponibile Florenzi per il perdurare di un fastidio al menisco del ginocchio sinistro che lo ha portato alla decisione di operarsi (stop di 30 giorni). E' recuperato invece Kjaer che dovrebbe essere rilanciato al centro della difesa, così come Calabria che agirebbe sulla destra. In mediana Bennacer con Tonali, dalla panchina Kessiè. Ai box inoltre Ibrahimovic, Bakayoko, Krunic e Plizzari. Mister Pioli in conferenza: "Il problema alla schiena per Giroud non è ancora passato del tutto, mi aspetto di averlo al 100% dopo la sosta. ???????Ibra non è convocato, sfrutterà la sosta per stare meglio". 

BOLOGNA-LAZIO 13:48


Nei felsinei mister Mihajlovic ha provato in settimana la difesa a tre con Theate, Medel e Soumaoro, quest'ultimo convocato dopo essere risultato falso positivo al coronavirus. Sulla fascia sinistra ancora Hickey, non convocato Dijks condizionato da un lieve stato febbrile; a destra confermato De Silvestri. Penalizzati invece dal cambio modulo Skov Olsen e Orsolini che potrebbero così accomodarsi in panchina, mentre è in dubbio la presenza di Sansone tra i convocati dopo che l'attaccante giovedì ha interrotto l'allenamento per un lieve fastidio muscolare. Sulla trequarti spazio per Soriano e Barrow, che ha convinto a Empoli, per supportare la punta Arnautovic. Indisponibili Schouten e Kingsley. MIster Mihajlovic in conferenza: "Dijks ha la febbre, ma è sempre negativo. Problemini per Sansone e Skov Olsen". I convocati: Bardi, Skorupski, Theate, Bonifazi, Mbaye, De Silvestri, Soumaoro, Binks, Hickey, Medel, Soriano, Orsolini, Svanberg, Dominguez, Skov Olsen, Vignato, Barrow, Van Hooijdonk, Cangiano, Sansone, Arnautovic, Santander.

Il club biancoceleste sabato mattina ha diramato un comunicato sulle condizioni di Ciro Immobile, sostituito in Europa League giovedì sera per un fastidio muscolare: "Lo Staff Medico comunica che il calciatore Ciro Immobile durante l’ultima partita di Europa League ha riportato una lesione di basso grado a carico del muscolo semimembranoso della coscia destra. È stato da subito sottoposto agli accertamenti ed alle cure del caso. Nei prossimi giorni verrà effettuato monitoraggio clinico e strumentale per quantificare la ripresa dell’attività". L'attaccante dunque non ci sarà al Dall'Ara, pronto Muriqi a farne le veci nel tridente con Felipe Anderson e Pedro. In regia Leiva coadiuvato da Milinkovic Savic e Luis Alberto. In difesa cerca posto Lazzari sulla destra, ma vivo il ballottaggio con Marusic; al centro Luiz Felipe in pole su Patric. In porta Reina.

SASSUOLO-INTER 13:17


Nei neroverdi apparso recuperato Toljan, dopo la contusione all'anca che l'ha costretto a saltare la sfida contro la Salernitana; il tedesco punta a scalzare Muldur dalla destra di difesa. In mezzo al campo Frattesi dovrebbe affiancare Maxime Lopez. Sulla trequarti Djuricic con ai lati le frecce offensive Berardi e Boga per sostenere la punta Raspadori ancora in pole sulla concorrenza di Scamacca. Tra i pali dovrebbe esserci Consigli, seppur da mercoledì abbia lavorato in disparte per gestirsi. Mister Dionisi in conferenza stampa: "Per Consigli è stata solo gestita la settimana in maniera diversa, non è in dubbio". I convocati: Satalino, Consigli, Pegolo, Chiriches, Kyriakopoulos, Rogerio, Ferrari G., Muldur, Toljan, Ayhan, Goldaniga, Peluso, Frattesi, Traore' Hj., Matheus Henrique, Lopez M., Harroui, Djuricic, Magnanelli, Defrel, Berardi, Raspadori, Boga, Scamacca.

Nelle fila dei nerazzurri mister Inzaghi ha recuperato Correa e Vidal, l'argentino provato titolare nell'allenamento di venerdì ma sono in risalita nelle ultime ore le quotazioni di Dzeko per far coppia dall'inizio a Reggio Emilia in attacco con Lautaro Martinez . Sulle fasce in pole Dumfries e Perisic per partire dal 1' minuto a dispetto di Darmian e Dimarco. In regia Brozovic coadiuvato da Calhanoglu e Barella. In difesa chiamati agli straordinati Skriniar, De Vrij e Bastoni, ma restano in allerta le alternative Ranocchia e D'Ambrosio in caso il tecnico decidesse di dare respiro a uno dei titolarissimi. Così mister Inzaghi in conferenza alla vigilia del match: "Venerdì è il primo giorno che ritrovo la squadra al completo, parleremo e valuteremo poi sceglierò l'11 migliore".

FIORENTINA-NAPOLI 13:08


Nella Viola mister Italiano torna a disporre di Gonzalez che ha scontato il turno di squalifica; l'argentino completerà il tridente con Vlahovic e Callejon (in pole su Sottil). In regia Torreira coadiuvato da Bonaventura e Duncan, che rimpiazzerà ancora una volta l'acciaccato Castrovilli destinato a rientrare tra i convocati dopo la sosta. In difesa Odriozola e Biraghi sulle fasce, al centro cerca conferma Martinez Quarta (favorito su Igor e Nastasic) per affiancare Milenkovic. Tra i pali Dragowski. 

Nei partenopei mister Spalletti potrebbe affidarsi ancora a Rrahmani al centro della retroguardia a svantaggio di Manolas. Arruolabile Meret, si gioca il posto tra i pali con Ospina (favorito). In mediana Anguissa e Ruiz, ma lo spagnolo resta insidiato da Elmas. Avanti Osimhen sostenuto da Politano (vivo però il ballottaggio con Lozano), Zielinski e Insigne. Ai box il solo Lobotka, convocabili infatti i ristabiliti Demme, Mertens e Ghoulam.  

ROMA-EMPOLI 13:05


Mister Mourinho torna a disporre di Pellegrini dopo la squalifica, il 7 giallorosso verrà schierato sulla trequarti alle spalle della punta Abraham, iniziale panchina dunque per Shomurodov. Sulle ali offensive ci saranno Mkhitaryan e Zaniolo, con quest'ultimo che dovrebbe vincere la concorrenza di Carles Perez per una maglia dal 1' minuto. Nell'11 titolare ci saranno Veretout in mediana e Karsdorp sulla destra di difesa, dopo essere stati risparmiati in Conference League. Al centro della retroguardia è aperto il duello tra Smalling e Ibanez per un posto.

Nei toscani rischia la terza panchina consecutiva Mancuso, infatti mister Andreazzoli potrebbe preferire ancora il tandem formato da Pinamonti-Di Francesco per l'attacco. In mediana Henderson dovrebbe essere affiancato da Ricci e Zurkowski, il polacco confermato titolare a svantaggio di Haas. In difesa Ismajli al centro contende una maglia a Viti per affiancare Romagnoli, da valutare invece le condizioni dell'acciaccato Tonelli. Terzini agiranno Stojanovic e Marchizza. Mister Andreazzoli in conferenza stampa: "Sono dispiaciuto che Mancuso non abbia avuto la possibilità di giocare ultimamente, ma il campionato è lungo e ci sarà spazio per tutti".

VERONA-SPEZIA 12:09


Nei gialloblu mister Tudor chiamato a sciogliere il duello in attacco per una maglia tra Simeone e Kalinic per affiancare Caprari, ma da non escludere che il tecnico si lasci stuzzicare dal tandem formato dall'argentino e dal croato insieme. Trequartista sarà Barak con Tameze e Ilic in mezzo al campo, ma è arruolabile anche Veloso. Sulle corsie esterne Faraoni e Lazovic, ai box Frabotta mentre sta provando a tornare convocabile Ruegg reduce da un fastidio al tendine. Difesa diretta da Gunter, rischio panchina per Magnani e Ceccherini. Mister Tudor in conferenza alla vigilia: "Veloso a disposizione. Caprari può giocare dietro alla punta se giocano Kalinic o Lasagna; è importante come Barak e vedrò come farli giocare assieme". 

Nei liguri pesa l'assenza di Maggiore per la trasferta in Veneto, il capitano frenato da una forte contusione al perone. Mister Thiago Motta, orfano in mediana anche di Kovalenko, Leo Sena e Agudelo, adatterà Bastoni in mezzo al campo al fianco di Bourabia schierando poi sulle fasce Ferrer e Sala. Per la difesa difficile il recupero di Erlic, dovrebbe essere ancora Hristov a farne le veci completando il reparto con Nikolaou e Amian dinanzi i pali di Zoet. Nel tridente potrebbe rivedersi Verde dal 1' minuto con Antiste e Gyasi, scivolerebbe così in panchina Nzola che contro il Milan ha faticato. Mister Thiago Motta in conferenza stampa: "Abbiamo tre portieri di alto livello. Il primo in questo momento è Zoet, il secondo Provedel, il terzo Zovko. Non sarà a disposizione Kovalenko, si porta dietro un problema alla gamba già da prima che arrivasse qua".

SAMPDORIA-UDINESE 10:50


Nel Doria mister D'Aversa si affiderà al tandem offensivo formato da Caputo e Quagliarella. Torna titolare sulla fascia sinistra Damsgaard mentre sulla destra ci sarà ancora Candreva; in regia favorito Adrien Silva su Ekdal, affiancato poi da Thorsby. Al centro della retroguardia Colley e Yoshida, sulla sinistra di difesa Augello al rilancio dopo il turnover di Torino. Non preoccupa Audero che giovedì si è allenato a parte. Ai box i noti Gabbiadini, Verre e Vieira. 

Nei friulani mister Gotti in avanti potrebbe schierare Pussetto nel ruolo di prima punta sostenuto da Deulofeu, ma Beto non ha fatto male contro la Fiorentina e contende la maglia all'argentino. In mezzo al campo Walace coadiuvato da Arslan e Pereyra, sulle fasce Molina e Larsen dovrebbero spuntarla sul pressing di Soppy e Udogie. Difesa diretta da Nuytinck, con Becao e Samir ai lati dell'olandese. In porta Silvestri. Risentimento muscolare per Perez, va verso il forfait.