Schierabilità alta

GOLLINI: è migliorato parecchio quest'anno, contro il Brescia l'obiettivo è il +1.

HANDANOVIC: vuole riscattare l'errore col Torino, la Spal l'occasione ideale per un clean sheet.

Schierabilità medio-alta

OSPINA: buona scelta, anche se il Bologna può creare grattacapi alla difesa del Napoli.

DONNARUMMA: Napoli a parte, il Milan ha incassato pochi gol ultimamente. Malino al San Paolo, punta al riscatto col Parma che qualche uomo importante davanti ce l'ha.

AUDERO: il Cagliari sta lentamente tirando i remi in barca, a Udine si è vista una Samp viva.

CRAGNO: se ripete la prova col Lecce, è tra le migliori scelte di giornata. Ci fidiamo di lui.

GABRIEL: grandi parate con la Lazio, imbattuto a Cagliari. La Fiorentina non segna molto, può essere la sorpresa di giornata.

DRAGOWSKI: potremmo sbagliarci, ma a Lecce non sono previsti parecchi gol. Buon per lui che, nonostante tutto, i danni spesso li limita.

PAU LOPEZ: la Roma ha una gran voglia di chiudere al meglio (e quinta) il suo campionato. A Napoli è stato tra i migliori.

SZCZESNY: attenzione al Sassuolo che gioca e segna con facilità. Se la difesa della Juve, però, è all'altezza, penetrarla non sarà facile.

MUSSO: l'Udinese in casa tiene bene, a parte l'ultima con la Samp. Immobile è in crisi, il portiere bianconero potrebbe approfittarne.

STRAKOSHA: ci aspettiamo una reazione d'orgoglio dalla Lazio e dall'albanese dopo le recenti critiche.

SIRIGU: altri 3 gol sul groppone a Milano, ma col Genoa in casa il trend può essere invertito.

Schierabilità medio-bassa

SKORUPSKI: rendimento altalenante in termini di malus, contro il Napoli rischia più di qualcosa.

SILVESTRI: troppi rischi a Roma, il Verona sta benissimo ma prende sempre gol dalla ripresa.

CONSIGLI: come il Verona, il Sassuolo è in splendida forma pur concedendo qualcosa di troppo dietro. E la Juventus è sempre la Juventus.

PERIN: Belotti è in stato di grazia ma non è l'unico pericolo, rischia un paio di malus (se non di più)

Schierabilità bassa

ANDRENACCI: fuori per ovvi motivi. L'Atalanta fa paura, specie a una delle difese più battute.

SEPE: la difesa non gira bene nelle ultime giornate, il Milan invece va alla grande in attacco.

LETICA: Inter galvanizzata dal secondo posto raggiunto e con Lautaro che si è sbloccato, Spal ormai demotivata

Gollini (Getty)