Leonardo Bonucci, dopo essersi scatenato con i suoi compagni ed insieme ai tifosi, ha parlato ai microfoni di Rai 1 soffermandosi soprattutto sulla rivalità con i tifosi inglesi. Queste le sue parole.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Sulla festa con i tifosi

"Oggi abbiamo solo cercato di regalare il sogno ai nostri tifosi, che ci volevano fermare e avevano trovato il pullman chiuso. Con tanta gente in giro la soluzione migliore era regalargli questi momenti. Merito di tutti, dal primo all'ultimo italiano".

Sul gol in finale

"Ero al momento giusto nel posto giusto, sono stato fortunato. Ci mancava quel centimetro ma da lì ci abbiamo creduto fino a portarla a casa. La dedica va a chi ci ha lasciati in questo anno e mezzo. Tra tanti campioni, come fatto per Astori, voglio fare una dedica speciale a Paolo Rossi, un grande uomo. La coppa è per lui e gli italiani che hanno sofferto".

Sugli inglesi

"Hanno fischiato l'inno, pensavano di averla portata a casa. Questo, a me e al vecchietto là (Chiellini, ndr) non ha fatto altro che far crescere la cattiveria. Soddisfazione personale per me e Giorgio, che non sempre siamo stati elogiati quanto meritavamo".

Italia (Getty Images)
Italia (Getty Images)