Stefano Pioli, allenatore del Milan, è intervenuto in occasione della consueta intervista post gara rilasciata ai microfoni di DAZN.

Milan, intervista a Pioli

Di seguito le sue parole in diretta tv:

"Dobbiamo tornare a Milanello a lavorare. Non stiamo mettendo in campo prestazioni con le nostre possibilità. Sono tante le cose che non funzionano mentalmente e tatticamente. Abbiamo subito situazioni che vanno lette diversamente. Sono qui a parlare perché devo, altrimenti starei zitto perché c'è solo da lavorare. E' un momento delicato, non abbiamo portato buone prestazioni e risultati positivi. Dobbiamo fare molto meglio tutti".

Sul gioco

"Non è semplice. Adesso le cose non ci vengono bene. Oggi nella manovra abbiamo creato situazioni per diventare pericolosi, poi non ci siamo riusciti. Il problema oggi non è con la palla, senza palla siamo una squadra con poche coperture e poca lucidità. Serve un lavoro più preciso e con una comunicazione chiara. Conosco solo un modo per migliorare la situazione: lavorare. Secondo me oggi la manovra l'abbiamo gestita abbastanza bene. Nei primi due gol non è questione di distanze, ma di letture. E' una situazione che si sta ripetendo, la squadra deve essere più attenta, compatta e collaborativa. Continuare a fare questi errori significa creare ulteriori difficoltà e diventa poi un discorso tattico e mentale. I risultati negativi portano negatività che diventa difficile risolvere in partita".

Sullo scudetto

"Noi dobbiamo riprendere a giocare come sappiamo. Questo è il nostro obiettivo e dobbiamo farlo il prima possibile. Le nostre prestazioni non sono state quelle che potevamo fare e che ci aspettavamo. Parlerò meno e lavorerò di più".

Su Zaniolo

"Se può servire? Non lo so, parliamo della partita. Altre cose si vedranno nei prossimi giorni".

Su Ibrahimovic

"Se mi manca un leader come lui? Troppo facile dirlo adesso. Non vogliamo alibi. Mi rendo conto che per i ragazzi è un momento delicato. Avranno il mio supporto e sostegno e la voglia di tornare ad essere una squadra competitiva".