SHARE

LIVE - Ronaldo alla Juventus, Marca: "Summit urgente tra Perez e Mendes, Agnelli ha già parlato più volte con CR7". Visite mediche prima delle vacanze?

"Il sostituto sarà uno tra Mbappè e Neymar, col brasiliano favorito"


|

AGGIORNAMENTO PRE 21.45 - Intervenuto a Sky Sport, il direttore di Marca Juan Ignacio Gallardo ha parlato dell'affare Ronaldo: "Chiaramente Cristiano sarà protagonista della prima pagina anche domani. Spiegheremo come e perché si è arrivati a questo punto dell'affare. Non è fantamercato, la Juventus è la realtà. La sensazione è che sia decisamente più lontano dal Real che vicino. E' ferito e offeso dai Blancos, o succede qualcosa di clamoroso per tenerlo o parte. L'offerta della Juventus è chiara, Andrea Agnelli ha parlato più volte con Cristiano. La riunione di stasera sarà indicativa, i sostituti, nonostante le smentite, saranno uno tra Neymar e Mbappè. La riunione tra Perez e Mendes è attesa a minuti, si attende l'offerta ufficiale della Juventus e la trattativa decollerà. Il favorito per il dopo Cristiano è Neymar, sono sette mesi che si lavora sottotraccia e con cautela. Con l'entourage del brasiliano procede tutto spedito, si attende il sì del giocatore e poi ci sarà l'affondo con il Psg. Per domani proporremo anche una fotogallery della storia di Ronaldo a Madrid, un nostro saluto".

Come se non bastasse, la tv iberica "El Chiringuito" avrebbe addirittura sottolineato che la Juventus vorrebbe che Cristiano Ronaldo sostenesse le visite mediche prima di andare in vacanza, dopo l'eliminazione del suo Portogallo ai Mondiali di Russia.

AGGIORNAMENTO ORE 20.30 - Continuano ad arrivare aggiornamenti dalla Spagna. Secondo quanto rivelato da "Marca", a breve ci sarà un summit tra Florentino Perez e Jorge Mendes per parlare ovviamente del futuro di Cristiano Ronaldo. L'agente dell’asso portoghese è stato convocato urgentemente a Madrid dal presidente dei Blancos: il summit dovrebbe andare in scena tra oggi e domani e potrebbe essere decisivo per le sorti di CR7. Adeguamento del contratto o rottura e strada spianata per la Juventus?

AGGIORNAMENTO ORE 19.10 - Sul possibile arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus ora intervengono anche i... bookmakers. Su Snai, dopo il crollo di ieri (da 10,00 a 1,83), c’è stata oggi una ulteriore abbassamento della quota fino a 1,75, adesso più probabile della permanenza del portoghese a Madrid (2,25). Più distanti le altre opzioni: a 3,50 il Psg, a 8,50 il ritorno al Manchester United, a 15 l’approdo al Manchester City.

La tarda ora di ieri sera è servita a smorzare gli entusiasmi. Tra i tifosi juventini la giornata di ieri è stata decisiva, per aumentare a dismisura l'hype in vista di un acquisto, ad oggi difficile ma non impossibile, che molti hanno già definito come il più importante della storia del calcio: e non necessariamente per le cifre del trasferimento, quanto per quello che rappresenterebbe. Ronaldo in Serie A, come dichiarato peraltro da Roberto Mancini, rappresenterebbe un surplus tecnico non indifferente per il nostro calcio, che tornerebbe ad assaggiare il dolce sapore degli onori e della visibilità internazionali. "Sarebbe una cosa molto importante per il campionato italiano, l'inizio per tornare ai fasti di 15 anni fa quando tutti i campioni giocavano da noi", ha detto il CT, commentando il calciomercato. 

Certo, poi Marotta con un commento laconico ha riportato tutti coi piedi per terra, ma chi conosce queste dinamiche sa  benissimo che, vista la portata dell'affare, nessuno ammetterà mai che una trattativa, per quanto estremamente complessa, esiste eccome. Questi gli aggiornamenti odierni.

17:49 - E INTANTO LA BORSA IMPAZZA. A chiusura borse, si registra  inevitabilmente un boom del titolo Juventus, in forte risalita grazie alle indiscrezioni di calciomercato. La performance mensile è in miglioramento del 16,72%. Quifinanza scrive: "Protagonista la società opera nel settore del calcio professionistico, tra i titoli del FTSE Italia All-Share, che chiude la seduta con un rialzo del 7,27%. L'esordio è stato molto positivo per il titolo che ha avviato la seduta a 0,71 Euro collocandosi oltre il livello migliore della vigilia, per poi migliorare progressivamente nel corso della giornata e terminare in ascesa a 0,7375 vicino ai massimi intraday".

17:16 - SKY SPORT: OFFERTA IN FASE DI VALUTAZIONE. Conferme da skysports.com: "Il Real Madrid sta considerando un'offerta della Juventus da 88 milioni di sterline (100 milioni di euro, n.d.r.) per Cristiano Ronaldo. Il Real deve ancora accettare o rifiutare la proposta. Ronaldo ha fatto domande sul suo futuro dopo la vittoria per 3-1 in Champions League sul Liverpool a Kiev, promettendo un annuncio "a breve". Ora sembra che la Juventus abbia fatto la prima mossa per attirarlo lontano dal club al quale si è unito dal Manchester United nel 2009".

16:37 - VERTICI JUVE A MILANO. Sia Paratici che Marotta sono a Milano da stamane, nella sede meneghina dei bianconeri. Non sembra ci siano all'orizzonte contatti diretti, almeno nelle prossime ore, con Mendes e Perez. Marotta non ha voluto dire nulla ai cronisti, salutati con un laconico "Non parlo, non parlo".

16:35 - IL PIANO JUVE. Marca continua ad analizzare la maxi manovra che coinvolgerebbe non solo due, ma tre club: coinvolto, seppur indirettamente, come scrivevamo già in mattinata, è anche il Chelsea, da dove arriverebbero 60 milioni per Higuain e probabilmente 40 per Rugani. "Perché la firma diventi realtà, è necessario un sacrificio che abbia già un nome e un cognome: Gonzalo Higuaín. L'ex madridista è ricercato da diverse squadre (tra cui Chelsea e Milan) e la Juventus  per lui chiede 60 milioni. Inoltre la Juve andrebbe a sbarazzarsi di uno stipendio netto di 7,5 milioni di propri abbonamenti per la prossima stagione , causando furiose proteste dei propri fan. Una rabbia che, giorno dopo giorno, scompare: per vedere Cristiano a Torino, ora sembrano addirittura delle cifre a buon mercato". 

16:22 - RILANCIO REAL. Dalla Spagna parte una nuova notizia: l'imminente rilancio del Madrid. Che sarebbe pronto adesso, dopo mesi di tira-e-molla, a passare ai fatti ed a mettere sul piatto un contratto fino al 2022, di pari durata quindi rispetto a quello offerto dalla Juve, ed a cifre anche leggermente superiori.

15:25 - DOVE GIOCHEREBBE CR7? Intanto si esaltano i tifosi, che già ipotizzano dove il portoghese verrebbe collocato nell'attacco bianconero. Certo, le cose cambierebbero in toto in caso di contemporaneo addio di Higuain: in quel caso CR7 diverrebbe il riferimento principale avanzato, sia in caso di 4-3-3 che di 4-2-3-1. Ma con la conferma anche del Pipita, non sarebbe facile per Allegri trovare il modo di fare convivere, oltre alle due punte, anche Dybala. Senza contare il vastissimo reparto delle ali: Bernardeschi, Mandzukic, Douglas Costa e Cuadrado verrebbero impiegati praticamente solo in caso di batteria d'attacco a 4. E a quel punto almeno uno tra i due tenori argentini e il portoghese dovrebbe stare fuori.

13:41 - MENDES. "Il futuro di Cristiano dipende dalla sensibilità di Perez": queste le parole che Chiringuito, che ieri ha lanciato la notizia dell'accordo col Real, sostiene abbia riferito addirittura Jorge Mendes.

13:30 - REAL SMENTISCE MBAPPE' - "Considerando le informazioni pubblicate nelle ultime ore in riferimento a un presunto accordo tra Real Madrid e PSG per il giocatore Kylian Mbappé, il Real Madrid afferma che la notizia è decisamente falsa. Il Real Madrid non ha fatto alcuna offerta al PSG né al giocatore e deplora la diffusione di tali informazioni". Questa la nota dei blancos.

13:22 - HIGUAIN-CHELSEA. Parte dei fondi ricavati dalla cessione di Higuain (e Rugani) per finanziare Ronaldo. Per Mediaset c'è l'accordo sulla cessione del Pipita ai blues, con 60 milioni pronti a entrare nelle casse dei bianconeri. A cui andrebbero sommati i 40 previsti per Rugani, che porterebbero il totale a quota 100.

13:11 - MATUIDI CHIAMA CR7. Presentando la sfida all'Uruguay, anche Matuidi chiama Ronaldo: "Ne ho sentito parlare, ma per il momento è solo una voce. Non mentirò, sarebbe bello avere uno dei migliori giocatori al mondo alla Juventus. Sarebbe fantastico per il club, per noi giocatori della Juventus".

12:40 - MARCA: "I PERCHE' DELL'ADDIO". Ancora il principale portale madrileno, sulla decisione del calciatore di lasciare il Real, dopo essersi così sfogato, già mesi fa: "La mia testa non dà di più, mi sento indifeso, se gioco un mese senza segnare, mi fischiano al Bernabéu e il club inizia a parlare dei miei successori, e di altri acquisti". Un capriccio, pensò [il Real Madrid, n.d.r.], mentre continuava a pensare alla firma di Neymar, un'ossessione per Florentino Pérez in tutti questi anni: Cristiano cambierà idea. Dopo aver vinto il dodicesimo titolo a Cardiff con due suoi gol, il club, con una telefonata di Florentino, gli ha promesso un miglioramento del contratto che poi non è mai arrivato. [...] Florentino ha continuato a strizzare l'occhiolino alla star brasiliana. Tutte cose che stavano erodendo il rapporto tra Cristiano e Florentino, ormai rotto. Il presidente, che cercò di formalizzare il miglioramento del contratto una settimana prima dei Mondiali (quindi un anno dopo quella chiamata), sta cercando un altro eroe. Sarà troppo tardi?".

11:35 - MOGGI: "IMPOSSIBILE".  “Mi viene da ridere. Il problema della Juve non è Ronaldo, il problema della Juve è mettere insieme una difesa e un centrocampo, quindi partirebbero proprio male. Poi non esiste: il fatto stesso dello stipendio di Ronaldo non è nei quadri della Juventus. 30 milioni di stipendio alla Juventus se li possono scordare tutti. Io lo avevo comprato quando aveva 18 anni, ma Salas mi ha tradito”. Così l'ex DG della Juventus, ieri sera.

11:22 - TIFOSI ANCORA DIVISI. Non tutti credono ancora nella possibilità che l'operazione vada in porto. Il nostro ultimo sondaggio racconta di un popolo calcistico praticamente diviso a metà tra chi crede che CR7 possa davvero sbarcare a Torino e chi invece la reputa ancora un'operazione impossibile.

11:11 - REAL MADRID SU MBAPPE' - Non sarebbe Neymar ma Mbappé, l'eroe di Russia delle selezione transalpina, il vero obiettivo di Florentino Perez. Eppure la presunta "invidia" nei confronti di Neymar sarebbe alla base della scelta di Cristiano: ma le prestazioni del ragazzo prodigio, pagato 180 milioni dal PSG, avrebbero fatto virare il Presidente su di lui. Secondo fonti francesi, il Real avrebbe già trovato l'accordo col PSG per 272 milioni da pagare in 4 anni.

10:22 - "RONALDO CERCA CASA A TORINO". Sempre Marca, nella sua versione web, aggiunge un tassello importantissimo al mosaico: "Cristiano Ronaldo sa che lascerà una città in cui sia lui che la sua famiglia sono contenti. Il calciatore portoghese è stato molto felice di vivere nella capitale, godendosi le enormi possibilità offerte da Madrid, un'ora e mezza in aereo dalla sua casa in Portogallo, dove ha incontrato la sua attuale compagna e dove vivono i suoi amici più stretti [...]. Ma Cristiano pensa già in italiano. E cerca una casa a Torino [...] Ha trascorso le ultime due settimane a valutare le opzioni per stabilire la sua residenza a Torino, che non è una città calda come Madrid. Gli inverni sono duri alle pendici delle Alpi. Il tempo non sarà così benevolo come in Spagna. E Cristiano lo sa. Crede anche che sarà difficile per lui trovare una residenza lussuosa come quella che ha nella periferia di Madrid, ma ha un bel ricordo delle passate visite a Torino con Madrid, in particolare rispetto ai tifosi della Juventus".

10:13 - MARCA: "CRISTIANO SE NE VA" - Così Marca in edicola oggi: "Cristiano è ferito: o Florentino torna sui suoi passi oppure se ne va. Il giocatore ha deciso di andare via e non ne fa solo una questione economica. Ritiene che il club non lo stia trattando bene. Il suo rapporto con il presidente è compromesso. E la Juve è alla finestra".  

09:55 - OPERAZIONE DA MEZZO MILIARDO. 120 milioni per il cartellino, quindi, più 30 netti l'anno per il calciatore. Che, per inciso, aveva rifiutato poco tempo fa un'offerta simile dal Real: anche se compirà 34 anni il febbraio prossimo, CR7 ha un contratto fino al 2021 ma ha rifiutato il rinnovo fino al 2022 con adeguamento. Perez gli offriva 32.5 milioni netti l'anno rispetto ai 22 che guadagna attualmente. La Juve gliene offrirebbe 30 per 4 anni: calcoli alla mano, trattasi di circa 225 milioni lordi in 4 anni di solo ingaggio. Se a questi sommiamo il valore del cartellino e le eventuali commissioni, è inevitabile arrivare intorno al mezzo miliardo. 

09:11 - LE CIFRE AL REAL. Le cifre riportate ieri dalla Spagna corrispondono al vero. Con 120 milioni (100 più bonus) è possibile strappare ai campioni d'Europa in carica il loro miglior giocatore. Questo perché la famigerata clausola rescissoria che le prime indiscrezioni avevano riportato come calata (notizia poi smentita dal Real) esiste ma sarebbe assai diversa da come è stata presentata nel tempo, ovvero dal valore standard di un miliardo. Anzi, il club madrileno l'avrebbe concordata per evitare l'assalto di due squadre in particolare: il Barcellona (quindi validità in Spagna) e il PSG. Potrebbero rientrare nella lista nera anche le tre bigt inglesi, ma non la Juventus, che quando venne stipulato il contratto da Mendes e Perez non era preventivabile potesse mai avanzare una concreta richiesta per CR7. 120 milioni, quindi, per prendere Cristiano. E farne un idolo.