Un lavoro che sta portando i frutti del percorso intrapreso con la guida tecnica di mister Eusebio Di Francesco, proprio come un veicolo con il motore diesel. 

Il Cagliari con un bottino di 7 punti in 5 giornate, frutto di 2 vittorie, un pari e 2 sconfitte, si sta togliendo delle soddisfazioni nel campionato di serie A, come in occasione del poker rifilato al Crotone di Stroppa, che ha dovuto arrendersi per 4-2 al team cagliaritano.

Con la guida tecnica di Di Francesco, il Cagliari ha mutato pelle ed è passato ai moduli tattici 4-2-3-1 e 4-3-3 (in stile Zeman che è stato suo allenatore ai tempi della Roma).

Il passo è stato notevole rispetto al modulo 3-5-2 che proponeva nella scorsa stagione il coach Zenga.

La posizione di Joao Pedro, tuttavia risulta determinante poi nello schieramento tattico del Cagliari a seconda dell'avversario di turno, mentre un aspetto da evidenziare è quello dei diversi italiani che stanno emergendo nel progetto Di Francesco, che sta risollevando il made in Italy del calcio.

Il tabellino dell'ultimo match contro il Crotone: 

Marcatori: 21’ p.t. Messias (CR), 25' p.t Lykogiannis (CA), 35' p.t Simeone (CA), 43' p.t Molina (CR), 45' p.t Sottil (CA), 40' s.t Joao Pedro (CA)

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa (43' s.t Faragò), Walukiewicz, Godin, Lykogiannis (35' s.t Klavan); Rog, Marin (43' s.t Oliva); Nandez, Joao Pedro, Sottil (28' s.t Ounas); Simeone (35' s.t Pavoletti). All. Di Francesco

Crotone (3-5-2): Cordaz; Luperto, Golemic, Magallan; Pedro Pereira (32' s.t Crociata), Molina (16' s.t Vulic), Cigarini, Benali, Reca (16' s.t Rispoli); Messias, Simy (45' s.t Rivière). All. Stroppa

Questi i giocatori che stanno emergendo nella gestione tecnica Di Francesco:

 

Tramoni è un ragazzo giovane, che deve ancora approcciare bene a questo campionato, ha ampi margini di crescita e le sue qualità sono indubbie e quindi utili alla causa sarda.

Tripaldelli è un elemento che ha giocato poco finora, è partito molto bene, poi è scemato un po’ ma servirà nella stagione.

Ounas ha qualità e questo conta nell'economia della formazione rossoblù, utile fino ad oggi nelle vesti di assistman ed anche nelle conclusioni.

Pavoletti Un attaccante importante che ha solo bisogno di tornare titolare e trovare gli stimoli giusti, il goal per un ariete come lui sarà la medicina migliore per rivederlo all'altezza delle aspettative.

Sottil Esterno offensivo di grande qualità, si era ritagliato uno spazio anche nella Fiorentina della scorsa stagione; rapido e tecnico, nel Cagliari di Di Francesco ha firmato il suo primo goal in serie A.

Faragò è il classico giocatore che ogni allenatore vorrebbe avere, perché sa giocare in diversi ruoli ed è di conseguenza un jolly prezioso, deve tuttavia migliorare la fase difensiva.

Zappa Laterale basso della corsia di destra, si è messo in luce nella scorsa stagione con il Pescara, rivelandosi un terzino col vizio del goal; Cagliari è la sua grande occasione per misurarsi in serie A.