Gennaio è arrivato e, con esso, anche la possibilità di rimediare a qualche errore per i fantallenatori. Il giro di boa è stato ampiamente superato, i primi bilanci si possono fare così come si può valutare la cessione di calciatori che hanno deluso, ricavando anche parte dei crediti. Ecco dunque 5 centrocampisti da svincolare all'asta di riparazione del Fantacalcio.

Asta di riparazione Fantacalcio: 5 centrocampisti da svincolare

  1. VERETOUT - Il sacrificabile per eccellenza, quello che rischia la parabola più beffarda, l'inversione di tendenza più evidente: da top in estate a svincolabile a gennaio. Non solo non è più rigorista (e non a caso il bottino di bonus è in drastico calo da settimane) ma adesso, con l'arrivo di Oliveira, non è nemmeno più certo del posto: in ballottaggio con Cristante, specie quando la Roma giocherà con la mediana a due.

  2. CASTROVILLI - A parte l'infortunio, anche quest'anno sta confermando a pieno la sua incostanza, un'inaffidabilità sul rendimento irritante in ottica Fantacalcio. E nel 4-3-3 di Italiano non è di certo un titolare fisso, anzi: gli unici intoccabili sembrano essere Torreira e Bonaventura, per il terzo posto a centrocampo se la giocano lui, Duncan e Maleh. Schierabilità dunque complicata e bonus col contagocce.

  3. POBEGA - Ha vissuto un girone d'andata molto interessante, con dei picchi da sottolineare tradotti in 4 gol e 1 assist. Ma poi è un po' scomparso dai radar: Juric ha trovato equilibrio, qualità e compattezza con il duo Mandragora - Lukic nel suo 3-4-2-1, a farne le spese è stato proprio l'ex Spezia che sta giocando pochissimo. Pensare di liberare uno slot svincolando lui, a questo punto, non è un azzardo.

  4. MIRANCHUK - Brutte notizie per i fantallenatori che lo hanno acquistato nelle aste estive, sperando in una sua esplosione. Lo spazio in campionato è stato sempre poco, Gasperini gli ha preferito quasi sempre Malinovskyi, Pasalic e Pessina. Calcolando anche l'arrivo di Boga, il minutaggio potrebbe abbassarsi ulteriormente nonostante i problemi di Ilicic. Purtroppo il mercato, come ci si aspettavo, non lo ha spostato da Bergamo (fattore che poteva, invece, farlo diventare un potenziale crack)

  5. DAMSGAARD - Sette presenze iniziali, nessun bonus, poi il tunnel senza fine. Nel suo caso, la scelta è piuttosto agevole: si parla di possibile rientro a fine marzo, ma continuare a tenerlo in rosa e aspettarlo sarebbe accanimento terapeutico. E' il caso di staccare la spina subito e in via definitiva, anche perché - dopo lo splendido Europeo - sarà stato anche oggetto di diversi rilanci: il danese vi finanzierà l'asta di riparazione.
Castrovilli (Getty)
Castrovilli (Getty)