Poco probante per la classifica, un'iniezione di fiducia per quanto riguarda la classifica: l'Olanda liquida con un secco 0-3 la già eliminata Macedonia del Nord, vincendo e convincendo per la prima volta in questo Euro2020, vittima com'è stata sino ad adesso delle critiche forse eccessive della stampa per un modulo mal digerito e di qualche insicurezza di troppo. 

Esce dalla manifestazione continentale senza neanche un punto la Macedonia, che non ha mai dato la sensazione di poter fare diversamente. 

Commovente, nel secondo tempo, l'addio a Pandev da parte dei compagni e dello stadio. Chissà se sarà davvero un addio. Euro 2020 prosegue, l'Olanda da oggi è ancor più consapevole della propria forza. 

Macedonia del Nord - Olanda, cronaca del primo tempo 

Una partita sulla carta inutile alle ambizioni di entrambe le squadre, ma non per questo priva di significato. Anzi, oltre ad una certa potenziale dote di spettacolarità, Macedonia - Olanda è in realtà l'occasione, da un lato, per omaggiare un campione come Pandev e dimostrare che il proprio valore non corrisponde allo zero attuale in classifica, dall'altro che la nazionale olandese è ancora in grado di assicurare bel gioco e risultati. 

A partire meglio sono i macedoni: l'Olanda davanti ha qualità, ma all'inizio le punte non riescono a trovarsi e i centrocampisti ad inserirsi. Ristovski vede e premia il movimento di Pandev, l'attaccante offre un pallone delizioso per l'inserimento di Tri?kovski, che batte Stekelenburg col mancino. L'assistente alza però la bandierina, il Var pochi secondi dopo conferma: è fuorigioco. Decisivo, nell'occasione, il movimento attendista di De Vrij. 

La Macedonia insiste: dopo qualche azione rinfusa da ambo le parti, è sempre Pandev ad ispirare, stavolta con un delizioso colpo di tacco. Trajkovski calcia e batte Stekelenburg: solo il palo gli nega la gioia del gol. 

La risposta dell'Olanda arriva qualche minuto più tardi: contatto dubbio tra Blind e Pandev, gli oranje ripartono in velocità con un'azione magistrale ed un triangolo delle meraviglie tra Depay e Malen; il neo attaccante del Barcellona non deve fare altro che spingere la palla in rete. La Macedonia accusa il colpo, e nei minuti successivi si mostra incapace di reagire: lo stesso duo che ha regalato il vantaggio all'Olanda orchestra un'altra azione magistrale, stavolta Malen serve però Dumfries che si ferma soltanto davanti all'uscita a valanga di Dimitrievski. 

La squadra di Angelovski riorganizza le idee, e nel finale riesce a cristallizzare il risultato. Il primo tempo finisce con l'Olanda in vantaggio 0-1. 

Macedonia del Nord - Olanda, cronaca del secondo tempo 

Si riprende con un doppio cambio nell'Olanda, che passa così ad una linea difensiva a 4 giocatori, uno dei temi caldi delle critiche in patria per quanto riguarda il gioco di De Boer. 

Decisione indovinata o meno, casualità o merito tattico, l'Olanda diventa più spregiudicata: prima con De Ligt da calcio d'angolo sfiora il gol, poi lo trova poco dopo. Pandev commette uno dei primi errori della sua partita e perde palla sulla propria trequarti. Depay scatta in profondità, poi serve l'accorrente Wijnaldum che può accomodare un gol facile facile. 7 minuti più tardi arriva il colpo del ko: De Jong trova Malen, che vede l'inserimento di Depay che buca una difesa colpevole e incredibilmente scoperta: il miracolo di Dimitrievski nega la doppietta all'attaccante, ma non a Wijnaldum, che segue l'azione e ribadisce in porta lo 0-3. Azione emblematica, perchè se da un lato evidenzia tutti i difetti della Macedonia dall'altro coinvolge i migliori 4 dell'Olanda. 

Passerella per Depay, appena al 66', anche se uno dei momenti più emozionanti arriva al momento della sostituzione di Pandev: passerella dei compagni di squadra e applausi di tutto lo stadio, anche dell'ex compagno all'Inter Sneijder, presente sulle tribune. Pare sia un addio, ma chissà. 

Pochi minuti dopo il suo ingresso in campo, Weghorst colpisce una traversa da ottima posizione, segno di come la Macedonia abbia seri problemi difensivi. L'Olanda non affonda, la selezione di Angelovski si riorganizza e nel finale prova a rendere meno amara la sconfitta, con un gol che peraltro meriterebbe ampiamente per quanto fatto vedere. Ed il gol, teoricamente, arriverebbe pure, ma sull'ottimo lancio di Elmas, Churlinov era partito con discreto anticipo: la sua rete viene annullata per fuorigioco.  

Nel finale l'Olanda gioca ma non punge, la Macedonia resiste ma non offre l'ultimo colpo: Macedonia del Nord - Olanda finisce 0-3. 

 

L'abbraccio tra Depay e Malen dopo il primo gol dell'Olanda (Getty Images)
L'abbraccio tra Depay e Malen dopo il primo gol dell'Olanda (Getty Images)

Macedonia del Nord - Olanda, tabellino e voti per il Fantacalcio

MACEDONIA DEL NORD - OLANDA 0-3 (0-1)

MARCATORI: 24' Depay, 51', 58' Wijnaldum

Macedonia del Nord (4-2-3-1): Dimitrievski 6; Ristovski 5,5, Velkovski 4,5, Musliu 5, Alioski 4,5; Bardhi 6 (78' Stojanovski sv), Ademi 5,5 (79' Nikolov sv); Trickovski 5,5 (56' Churlinov 5,5), Elmas 5,5, Trajkovski 5(68' Hasani 6) ; Pandev 6 (69' Kostadinov 6). All.Igor Angelovski

Olanda (3-5-2): Stekelenburg 6; De Ligt 6,5, De Vrij 6 (46' Timber 6), Blind 6,5; Dumfries 6 (46' Berghius 6), Gravenberch 6, F. De Jong 7 (79' Gakposv), Wijnaldum 8, Van Aanholt 6,5; Malen 7 (66' Promes 6), Depay 8 (66' Weghorst 6). All. Frank de Boer

Arbitro: Kovacs (Rom)

Macedonia del Nord - Olanda, bonus e malus per il Fantacalcio


BONUS E MALUS FANTACALCIO

GOL FATTI: Depay (O), Wijnaldum 2 (O)

GOL SU RIGORE: 

GOL SUBITI: Dimitrievski 3 (M)

RIGORE PARATO:

RIGORE SBAGLIATO: 

ASSIST: Malen (O), Depay (O)

AUTORETI: 

GOL DECISIVO VITTORIA: Depay (O)

AMMONIZIONI: Ristovski (M), Musliu (M), Alioski (M), Kostadinov (M)

ESPULSIONI: 

MIGLIORE IN CAMPO PER LA REDAZIONE FANTACALCIO: Depay (O)

PEGGIORE IN CAMPO PER LA REDAZIONE FANTACALCIO: Velkovski (M)