Tutto pronto per Euro 2021, manca ormai meno di una settimana alla partita inaugurale che vedrà di scena proprio l'Italia del c.t. Roberto Mancini: venerdì 11 giugno l'Italia giocherà all'Olimpico di Roma contro la Turchia.

Tante le speranze che accompagnano la nostra Nazionale: non partiamo certamente favoriti, ma restiamo fra le compagini più attese.

Non solo tante belle speranze, ma anche qualche possibile sorpresa che potrebbe venire fuori col passare della competizione. L'Italia è una squadra cresciuta molto sotto la gestione del ct Mancini: se da un lato i nostri valori sono chiari ed evidenti, dall'altro l'Italia può sperare nell'effetto sorpresa di alcune pedine meno sponsorizzate rispetto ai nomi dei big. 

Proviamo a capire quali potrebbero essere le tre sorprese più interessanti dell'Italia agli Europei.

Come giocherà l'Italia ad Euro 2021? Le possibili sorprese

Quale sarà la struttura dell'Italia nell'Europeo che comincerà fra meno di una settimana lo abbiamo più o meno capito ieri, nell'amichevole contro la Rep. Ceca. La struttura è chiara, manca ancora qualche tassello in termini di titolari, ma Roberto Mancini ha fatto capire quali sono le sue idee di base. 

Nessun dubbio su Donnarumma fra i pali, così come su Bonucci e Chiellini davanti a lui; sulle due fasce in difesa dovrebbero invece agire Florenzi a destra e Spinazzola a sinistra.
Da monitorare l'impatto di Emerson sull'out mancino, ma se c'è un nome che inevitabilmente spicca tra le seconde linee è quello di Alessandro Bastoni, una delle colonne dell'Inter campione d'Italia, che potrebbe scalare posizioni nelle gerarchie considerando una condizione fisica non eccellente dei due titolari.

A centrocampo intoccabili Jorginho in regia e Barella interno, l'ultima casella sarebbe di proprietà di Verratti: il giocatore del Psg sta arrivando all'inizio degli Europei con qualche acciacco di troppo, contesto che potrebbe favorire l'impiego di Manuel Locatelli del Sassuolo, come fra l'altro si è visto ieri sera al Dall'Ara.

Tridente offensivo con Insigne, Chiesa e Berardi che si giocheranno due posti sugli esterni, mentre Immobile in vantaggio su Belotti per il ruolo di centravanti. La convocazione a sorpresa di Giacomo Raspadori non può però passare inosservata: fortemente voluto dal ct, Raspadori ha caratteristiche decisamente differenti rispetto a quelle dei compagni di reparto e potrebbe rappresentare un'arma in più, specialmente a gara in corso. 

Giacomo Raspadori (getty)
Giacomo Raspadori (getty)

Le tre sorprese dell'Italia ad Euro 2021

  1. Alessandro Bastoni per il cambio generazionale
    Il difensore dell'Inter parte sicuramente dietro a due mostri sacri come Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini. Davanti a lui, come prima alternativa, Francesco Acerbi, come lasciato intuire anche con la Rep. Ceca. Se Mancini dovesse convincersi a concedergli l'occasione giusta, difficilmente Bastoni se la lascerebbe sfuggire, così come fatto con Antonio Conte. Da non sottovalutare anche come cambio, a partita in corso, per chiedere maggiore qualità alla manovra difensiva: come ampiamente dimostrato in stagione, Bastoni ha enorme confidenza con lanci e progressioni palla al piede, un'arma che in alcune partite potrebbe essere particolarmente utile. 
    Essere mancino, per assurdo, lo ha certamente penalizzato, considerando che il reparto difensivo azzurro è sbilanciato proprio in questo senso.
  2. Manuel Locatelli assicura freschezza in mezzo
    Il suo addio al Milan poteva essere visto come quel treno che passa una volta per non tornare più nella stessa fermata, ed invece il centrocampista neroverde ha saputo rimboccarsi le maniche e "riciclarsi" nella sua nuova esperienza. Si è ormai affermato a buon livello, attirando l'attenzione non solo delle big d'Europa, ma anche del c.t. Mancini che lo considera la prima alternativa al tridente di mezzo. Buoni tempi di inserimento, bravo in costruzione, cerca la consacrazione definitiva in un palcoscenico importante, magari prima del passaggio ad altro club di blasone superiore.
  3. Giacomo Raspadori giocata last-minute
    Bomber tascabile, un po' Paolo Rossi, un po' Totò Schillaci. E' questo che spera Roberto Mancini, è questo che spera lo stesso Raspadori. Ed è questo, ovviamente, che sperano i tifosi dell'Italia. Il giovane del Sassuolo ha esordito nell'ultima amichevole con la Nazionale maggiore, punto di partenza dopo un campionato in Serie A durante il quale ha fatto capire quali sono le sue caratteristiche fra buona tecnica, velocità e tanta generosità. Riuscire a trovare spazio fra Immobile e Belotti non sarà per nulla semplice, ma un senso a questa convocazione proverà a darlo sicuramente in tutti i modi.
Manuel Locatelli. Une delle possibili sorprese dell'Italia all'Europeo? (getty Images)
Manuel Locatelli. Une delle possibili sorprese dell'Italia all'Europeo? (getty Images)