Un primo anno difficile per Kulusevski alla Juve, dopo la splendida stagione, ma per lui nessuna sorpresa. All'orizzonte ora c'è il Milan: gara da vincere per avvicinarsi alla prossima Champions' League.

Juventus, le parole di Kulusevski

Ecco le parole del centrocampista svedese ai microfoni di Sky Sport:

Sul primo anno alla Juve

"Sapevo che qui non sarebbe stato facile ma è normale, anche perché in caso contrario non mi sarei nemmeno divertito. A livello di ruoli e modo di giocare ho cambiato molto, ma i concetti sono sempre quelli: dialogo con i compagni, giocare vicino agli attaccanti e farsi trovare nel vivo del gioco. Ho fatto meno gol e assist dell'anno scorso ma può starci. Non ho rimpianti rispetto a quanto fatto finora con la Juve".

Sul Milan e Ibrahimovic

"Se dovessi togliere qualcuno al Milan, sicuro sarebbe Ibrahimovic, troppo facile. Gli voglio tanto bene ma spero che domenica non faccia una partita delle sue; è il mio idolo. Penso che dovremo fare una gara equilibrata e attenta, avendo pazienza nel buttarci in attacco".

Su Pirlo

"Lo vedo sempre molto tranquillo, come sempre, lui è così. Questa settimana abbiamo lavorato molto bene sul Milan avendo più tempo a disposizione per preparare la gara. Lui non ci ha detto niente di nuovo o particolare: siamo tranquilli che faremo una bella partita".