Beppe Iachini, allenatore della Fiorentina, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro la Spal, in programma alle ore 18.00. Queste le sue dichiarazioni rilasciate ai canali ufficiali della società viola.

Sulla permanenza alla Fiorentina

"Sono molto affezionato alla Fiorentina, a Firenze e a questa maglia, perciò la conferma è motivo di soddisfazione e gioia. Ringrazio il presidente e tutti i dirigenti per la fiducia che hanno riposto in me ed è chiaro che abbiamo molto da fare insieme, a partire da questa partita con cui portiamo avanti un percorso iniziato a gennaio".

Sulla stagione appena trascorsa


"Ci lascia soddisfazione per aver visto crescere un gruppo di ragazzi, che hanno lavorato con disponibilità migliorando dal punto di vista della tattica individuale e collettiva: ora abbiamo la possibilità di crescere ancora di più. Certo è che il coronavirus non ci ha aiutato con tutte le problematiche che abbiamo avuto, però i miei calciatori hanno continuato a lavorare e a credere in quello che facevamo.

Siamo consapevoli di essere cresciuti sotto certi aspetti, ma anche di doverne migliorare altri e lo faremo. Siamo la migliore difesa dopo il lockdown e questo è frutto del nostro lavoro, adesso dobbiamo migliorare in attacco dove non sappiamo leggere al meglio l'ultimo passaggio. Ma questo percorso non è stato semplice perché ci siamo arrivati da una condizione di grande paura per la classifica. Ora andremo a Ferrara per onorare al meglio la partita cercando di ottenere più punti possibile com'è nel nostro DNA".

Sulla partita con la Spal


"Voglio vedere una squadra concentrata e che faccia il massimo fino all'ultimo minuto. Se farò qualche esperimento? Questa gara sarà utile per valutare qualche altro ragazzo, vediamo domani mattina con i recuperi di tutti visto che si gioca ogni tre giorni. Chiunque andrà in campo dovrà sapere cosa fare e avere la mentalità giusta per il bene della Fiorentina".

Sul futuro della Fiorentina


"Non c'è stato ancora tempo per parlarne con il presidente e i dirigenti, questo discorso lo affronteremo nelle prossime settimane. Le ambizioni le detterà la società, per ora chiudiamo la stagione a testa alta".

Iachini (Getty Images)