Non è soddisfatto, Andrea Pirlo. La sua Juventus ha vinto contro il Ferencvaros, conquistando la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League con 2 turni di anticipo, ma il tecnico non è contento della prestazione; la vittoria è arrivata soltanto nel finale grazie a un gol di Morata, ma per lunghi tratti del match i bianconeri sono apparsi deconcentrati e Pirlo non ha gradito. L'allenatore ha analizzato il match ai microfoni di Sky Sport: di seguito le sue parole.

Pirlo dopo Juventus-Ferencvaros

Pirlo non è apparso soddisfatto dopo Juventus-Ferencvaros: "L'obiettivo era di entrare con un altro atteggiamento in campo, ma quando si giocano queste partite apparentemente facili si può andare incontro a difficoltà. Siamo entrati troppo superficiali e quando è così poi devi fare una partita a rincorrere. Mi aspettavo di più, loro si sono chiusi molto bene, ma noi dovevamo farli allargare".

Pirlo dopo Juventus-Ferencvaros (Getty Images)
Pirlo dopo Juventus-Ferencvaros (Getty Images)

Il ritorno di De Ligt

Su De Ligt: "È un ritorno importante, è un campione in tutti i sensi, un capitano già a 20 anni e lo aspettavamo da tempo. Ci permette di essere più offensivi, ma riesce anche a mantenere la squadra corta".

Pirlo su Arthur

Su Arthur: "Oggi si è intestardito a portare di più la palla, a cercare la soluzione più diretta internamente, quando si doveva aprire il campo. Ma sta crescendo, anche a livello fisico. Bisognava però aprire di più il gioco per permettere ai nostri di andare in uno contro uno".

La condizione di Dybala

Pirlo ha parlato anche della condizione di Paulo Dybala, che è apparso non particolarmente brillante: "Non ha fatto benissimo, ma è in crescita, viene da un periodo di inattività e da un'infezione per cui ha dovuto prendere antibiotici per settimane. Deve ritrovare la forma migliore".