Oggi andiamo a vedere quali sono fino a questo momento le squadre che hanno avuto il contributo di gol maggiore da parte dei propri attaccanti in percentuale, premettendo che per alcune può essere un limite e per altre un punto di forza a seconda del modulo di gioco e dell'impostazione tattica data al proprio team dall'allenatore.

Partiamo subito con la tabella nella quale sono presenti tre colonne: nome della squadra, percentuale di gol segnati dall’attacco sul totale delle reti realizzate dalla squadra, numero di gol segnati da ogni attaccante. Nella suddivisione su “attaccanti” e “non attaccanti” ci siamo basati sulla divisione dei ruoli decisa da noi di Fantacalcio.it a inizio stagione. Per omogeneità non vengono considerati i risultati degli anticipi di ieri Fiorentina-Spezia e Cagliari-Torino. 

 

Al primo posto troviamo il Genoa, che sfrutta la sua potenza di fuoco in avanti più di tutte le altre squadre di Serie A. Sono state infatti ben il 79,2% le reti realizzate dagli attaccanti genoani suddivise fra le nove di Destro, le tre di Pjaca e Pandev e le due di Shomurodov e Scamacca.

Di poco sopra il 70% troviamo anche il Cagliari, dove la parte del leone la fa Joao Pedro con undici gol seguito da Simeone con cinque e da Pavoletti con una, e lo Spezia che ha potuto contare sui nove gol di Nzola, i tre di Farias e Galabinov e i due di Gyasi, Piccoli e Verde.

La prima big in classifica è il Napoli, che ha segnato il 64,4% dei gol con i suoi attaccanti (dieci di Insigne, nove di Lozano, quattro di Petagna e Mertens, due di Osimhen). Sopra al 60% troviamo anche la Lazio trascinata al 62,2% dai quattordici gol di Immobile ma anche dai sei di Caicedo, dai due di Correa e dall'unica marcatura di Muriqi. 

Fra il 50 e il 60% troviamo quasi tutte le altre big, nell'ordine l'Atalanta con il 55,1% (Muriel tredici, Zapata otto, Ilicic quattro e Lammers due), l'Inter con il 53,7% (divisi fra i sedici di Lukaku, gli undici di Lautaro Martinez e i due di Sanchez), la Juventus con la stessa percentuale dell'Inter ovvero il 53,7% (sedici di Cristiano Ronaldo, quattro di Morata e due di Dybala) e il Milan con il 53,3% (quattordici di Ibrahimovic, cinque di Leao, quattro di Rebic e uno di Hauge). 

Fra le tre squadre che hanno utilizzato meno gli attaccanti per andare in gol troviamo l'ultima big rimanente, ovvero la Roma, che si ferma al 38,3% con le marcature di Dzeko (sette), Borja Mayoral (sei), Pedro (quattro), e Carles Perez (uno). Poco sopra il 30% il Parma che si posiziona al 33,3% avendo mandato in gol solamente Gervinho quattro volte e Karamoh in una occasione (unica squadra che ha segnato con appena due attaccanti). Apporto minimo delle punte per il Verona, con solo il 14,3% spalmato fra Favilli (due), Colley e Kalinic (uno a testa). 

La squadra che è andata in gol con più attaccanti è il Bologna con sette (Barrow, Orsolini, Palacio, Vignato, Sansone, Skov Olsen e Paz), per una percentuale totale del 48,3%.