Si va a tamburo battente in questo luglio di caldo, di partite, di gol e di imprecazioni fantacalcistiche che durano tre giorni mettendo a rischio le mura delle case. Mura già provate da settimane di lockdown nelle quali era sempre tua moglie a decidere che film guardare e ora sai a memoria le battute di "Autumn in New York".

3° POSTO - DANNATI POSTICIPI

Prima dell'ultima partita del turno sei indietro ma non di molto, puoi ancora farcela. Però in squadra hai:
- Perotti, espulso;
- Mirante, due gol subiti.
Stoicamente resisti, stai strappando un pareggio. Quando all'89 Ibanez, che hai dovuto mettere per forza per la grande moria di difensori come voi ben sapete (cit.), si prende un giallo. Mezzo punto in meno, che ti costa la sconfitta. 

Tanto valeva mettere Andy Ibanez dei Texas Rangers (Getty Images)

2° POSTO - LA GRANDE SAGRA DEL GOL MA NON PER TE

L'Inter domina il Brescia, fa sei gol con sei marcatori diversi, segna perfino Gagliardini che sembrava avesse abbandonato il calcio giocato. Ma Lukaku e Lautaro no, loro non segnano, loro che sono parte fondante del vostro attacco non la mettono neanche per sbaglio.

"Te hai segnato?" "Macché" "Che mestizia" (Getty Images)

1° POSTO - FLOCCARIMOVIC

Beh, Sergione Floccari ha fatto un gran gol. Solo applausi per lui, almeno da chi non l'aveva contro al Fantacalcio e ha perso per quel gran gol. Ecco, questi ultimi non devono avergli rivolto molti applausi specie se al loro avversario l'attaccante della Spal è subentrato dalla panchina...

"Chi ha fatto il gol che mi ha fatto perdere?" (Getty Images)