All'inizio intorno all'acquisto di Matteo Politano al Fantacalcio c'erano diversi dubbi: la non titolarità era l'enigma principale che ha spinto diversi fantallenatori a non puntare sull'ex Inter. Il mancino dei partenopei ha però colmato questa lacuna con bonus e voti da capogiro, addizionati anche ad una continuità spaventosa nel prendere voto. Tutte statistiche che danno vita ad un rendimento davvero ottimo, sia in campo che al Fantacalcio.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Fantacalcio, i numeri di Matteo Politano

Avere un centrocampista così offensivo al Fantacalcio è sempre un'ottima cosa, anche qualora non sia un titolare inamovibile. Il caso è proprio quello di Matteo Politano, non titolare nel Napoli ma diventato ben presto inamovibile nello scacchiere di diversi fantallenatori.

Lozano infatti è indispensabile per Gattuso, ragion per cui Politano ha giocato fin qui soltanto 10 partite da titolare sulle 23 a disposizione. Fortunatamente per i suoi allenatori l'ex Roma ha preso voto però in 21 occasioni, risultando sv soltanto per due partite. Un'ottima statistica che naturalmente permette di poter puntare sul ragazzo senza la paura di rimanere con un calciatore da 0 in pagella.

I voti dunque per Politano arrivano quasi sempre e spesso e volentieri risultano anche abbastanza alti: a questo contribuiscono i numerosi bonus che l'ex Sassuolo ha collezionato fin qui. In 21 partite giocate sono infatti 6 i gol collezionati oltre anche ai 2 assist a referto. In totale parliamo di un calciatore dalla media voto del 6,25 e dalla fantamedia del 7,2: quest'ultima è pari a quella di top del calibro come Kessie, Soriano, De Paul e Candreva, ma superiore anche alle fantamedie di Barak, Zielinski, Calhanoglu e Pellegrini, giusto per citarne alcuni. Un rendimento da vero e proprio top, passato forse troppo inosservato fino a questo momento.

Politano (Getty Images)
Politano (Getty Images)