Stasera Mpappè e Ronaldo si sfideranno nell'ultima giornata della fase a gironi di Euro2020. La partita tra Francia e Portogallo sarà decisiva per l'accesso alla fase a eliminazione diretta. Per analizzare lo stile di gioco dei due calciatori, ai microfoni della Gazzetta dello Sport, è intervenuto Filippo Inzaghi. Ecco le sue parole:

Inzaghi e l'ossessione per il gol

«Non lo so, io preferisco la parola ‘piacere’. Segnare è bellissimo, ti riporta a quando eri bambino e un gol ti cambiava il pomeriggio. Tornavi a casa e lo raccontavi a mamma e papà. Quella cosa lì mica ti passa: te la porti dentro per sempre. Il calcio diventa un lavoro, ma per chi lo ama davvero resta sempre un gioco. E il gioco è gioia, divertimento, passione. Godimento. Quando Cristiano segna, non pensa ai record: cerca solo la felicità».

Inzaghi sui record di Mbappé

«Eh, ha iniziato presto a far girare il pallottoliere. Guardandolo giocare, mi viene in mente quello che dicevo prima: si diverte, le sue espressioni facciali dicono tutto. Batterà tanti record senza farci caso, perché cercherà solo di divertirsi. Pochi anni fa esplose nel Monaco, oggi è cresciuto, guadagna una montagna di soldi, ma lo spirito con cui scende in campo non è cambiato».

Inzaghi su Mbappé e Ronaldo

«Mbappè è migliore nel dribbling stretto e nella velocità in campo aperto. Cristiano, invece, di testa e nello smarcamento è inarrivabile e calcia indifferentemente di destro e sinistro con la stessa efficacia, cosa sulla quale Mbappé può ancora crescere».

Inzaghi: "Ecco la differenza in campo tra Mbappè e Ronaldo" (Getty Images)
Inzaghi: "Ecco la differenza in campo tra Mbappè e Ronaldo" (Getty Images)