Al termine della partita contro il Galles, di cui è stato un grande protagonista, il centrocampista della Nazionale azzurra e del PSG Marco Verratti ha parlato ai microfoni di Sky Sport. 90' in campo per Verratti, rientrato dopo un infortunio che aveva messo a rischio la sua partecipazione a Euro2020; è stato lo stesso giocatore a raccontare di aver temuto di non essere a disposizione di Mancini, ma alla fine tutto è andato per il meglio. Di seguito le parole di Verratti dopo Italia-Galles.

Le parole di Verratti su Italia-Galles

Queste le parole di Verratti dopo Italia-Galles: "I primi cinque giorni d'infortunio ho pensato di non farcela, è stata dura: sono stato fortunato, mi sono fatto male in maniera strana. Sapevo che non avevo nulla da perdere, ho lavorato due-tre volte al giorno. Ringrazio il PSG: grazie al loro staff ho raggiunto l'Europeo.. E anche il mister, che mi ha aspettato. Ho rivissuto gli incubi del 2016, già saltare un Europeo è dura. Sono felice di essere tornato".

Le parole di Verratti dopo Italia-Galles (Getty Images)
Le parole di Verratti dopo Italia-Galles (Getty Images)

Sulle scelte di Mancini

Sulle scelte di Mancini: "Il mister deve essere contento e fiero di avere dei calciatori così. Io in Nazionale starei pure in panchina, dobbiamo essere tutti orgogliosi di rappresentare un paese in una competizione così importante, milioni di persone. Siamo tutti uguali, il mister farà le sue scelte e tutti daranno il massimo. Se gioco un minuto o cento, comunque darò la vita, dobbiamo dare il massimo in un momento del genere in cui la gente soffre, non ci si può arrabbiare per una panchina. Ora avremo sempre sfide da dentro o fuori nei 90 minuti. La spensieratezza di questi giovani può far fare cose che vanno oltre. Ognuno deve dare il massimo sia dentro che fuori dal campo, su questo siamo un grandissimo gruppo: continuiamo così, spensierati".