Giorgio Chiellini, difensore centrale della nazionale italiana, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai 1. Queste le sue parole.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Sulla vittoria

"Stiamo cominciando a realizzare ma credo ci vorrà tempo. Abbiamo vissuto emozioni incredibili, è solo l'inizio di qualcosa di speciale che non pensavo mai di riuscire a trovare nella mia carriera. Abbiamo scritto una pagina di storia che rimarrà dentro per sempre".

Su Fabio Cannavaro

"Fabio per me è stato un fratello maggiore, mi ha insegnato tanto e mi ha fatto piacere prendere il testimone".

Sulla dedica ad Astori

"Chi come me, Leo (Bonucci, ndr) o Salva (Sirigu, ndr) l'ha vissuto per anni gli dedica sempre un posticino speciale".

Su Bonucci

"Abbiamo un carattere diverso, io sono riflessivo lui impulsivo, in campo io grezzo e lui tecnico. Siamo diversi ma ci completiamo, tiriamo fuori il meglio uno dall'altro. Ormai conosco più lui di mia moglie, dopo tutti questi anni!".

Quando abbiamo capito che avremo vinto?

"Vi dirò, la Repubblica Ceca. Vincere così facilmente 4-0 in amichevole significa qualcosa di speciale. Roma ci ha dato un enorme slancio... Siamo stati bravi e fortunati. Questa vittoria ci ha restituito qualcosa dal passato".

Su Mancini

"Ha iniziato a parlare di sentimenti e ci ha trasmesso sempre fiducia e serenità già dal primo giorno in cui è arrivato. È stato tutto un crescendo".

Su Lino Banfi

"Quando mi è arrivato il messaggio da Lino Banfi ho pensato subito a uno scherzo telefonico. Io non ho avuto la fortuna di vivere i miei nonni e posso dire che in questo Europeo ne ho guadagnato uno, nonno Lino".

Chiellini (Getty Images)
Chiellini (Getty Images)