Manuel Locatelli, centrocampista della nazionale italiana e del Sassuolo, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky dopo la vittoria dell'Europeo e in vista anche della prossima stagione e del mercato.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Su Bergomi

"Ricordo quando sono andato da Bergomi, ho visto anche che ne ha parlato nell'ultima intervisto. Quando vedo un campione come Bergomi è sempre emozionante. Porto avanti valori così. Un sogno". 

Su Spinazzola 

"Con Spinazzola l'abbraccio è stato emozionante. Ha fatto un grande Europeo, si riprenderà. Abbiamo pianto. Io sono molto emotivo, sono fatto così, mi lascio andare ed è meglio così. Con Chiellini è stato indescrivibile, ero terrorizzato, avevo sbagliato il rigore, il mondo crollato, lui mi diceva: 'vinciamo noi, vinciamo noi'. Me l'ha ripetuto. L'avrei ritirato? Abbiam vinto, una roba allucinante. Quello che ci siamo trasmessi tra Spagna e ieri è incredibile, è qualcosa nel cuore". 

Sul futuro

"Mia sorella si sposa il 7 agosto, in qualsiasi squadra dovessi andare chiederò un permesso. Da domani pensiamo al mercato. Non ci ho pensato, perché quando ti gioci una competizione così importante non puoi pensarci. Giochi per gli italiani, il focus è solo su quello ed è solo giocare per quello. Juventus? Fa piacere, la Juve è una grande squadra, l'ho detto più volte. Tifo l'Italia, gioco con la nazionale".

Sulla panchina

 "Ho accettato la panchina per questo gruppo fantastico, giocava Verratti che è un campione, poi Pessina, Jorginho... abbiamo vinto con una squadra molto forte".

Locatelli (Getty Images)
Locatelli (Getty Images)