Parte il FantaEuropeo e ogni fantallenatore lo sa, gran parte del successo passa anche dall'azzeccare il rigorista giusto nell'annata giusta.

Effetto rigori che diventa ancora più importante alla luce del regolamento del FantaEuropeo di Fantacalcio: indispensabile allora andare a scoprire chi si occuperà nelle 24 Nazionali in corsa dei tiri dagli 11 metri, chiaramente quelli in partita, al netto di sostituzioni, infortuni e imprevisti in corsa.

Per ogni selezione viene indicato l'uomo giusto dal dischetto, anche due (la seconda scelta tra parentesi) nei casi in cui l'alternativa sia credibile (come nel caso degli azzurri), o rappresenti addirittura un ballottaggio (come in altri casi). Quali sono i rigoristi dell'Europeo? 

Rigoristi Euro2021, puntare su chi andrà avanti

C'è da fare ovviamente una importante distinzione, la scommessa preliminare di ogni buon fantallenatore: dove gioca il nostro uomo?

Insomma, più che al gusto personale (e anche all'infallibilità dal dischetto) è bene tenere a mente - nel caso in cui fossimo intenzionati a partecipare ad un format come quello del FantaEuropeo di Fantacalcio.it -  chi andrà più avanti nel torneo, e in tal senso puntare su una Nazionale papabile finalista, o comunque con un girone più alla portata.

Potrebbe derivarne quel quid in più rispetto a un rigorista teoricamente affidabile, ma che dopo tre partite potrebbe salutare la compagnia: insomma i grandi, grandissimi nomi sono sempre gli stessi, ma occhio per esempio a Ronaldo e al suo girone di ferro.

I rigoristi dell'Europeo 

Quelli che non si scappa, il pallone è mio e lo calcio io.

Diversi nomi, tutti buoni: Jorginho, Lukaku, Kane e compagnia cantante non dovrebbero temere concorrenza, a meno di essere sostituiti a gara in corso (e qui magari si accende una spia in più per l'azzurro), e dovrebbero fare strada (o almeno si spera nel primo caso).

Eriksen, Depay, Modric e Ronaldo altre soluzioni più che affidabili, ma in seconda fascia: per lo juventino ovviamente non è una valutazione tecnica, così come per gli altri tre, in Nazionale "di seconda fascia" (ci perdoni il vice campione del Mondo in carica), ma appunto molto, tutto, dipenderà dalle forche caudine del suo girone. Poi, chiaramente la scelta è personale: Lewandowski lo prenderemmo in ogni caso di corsa, e pazienza su quanta strada farà la sua Polonia: anche questa è una scelta.

Jorginho abbraccia Insigne (Getty Images)
Jorginho abbraccia Insigne (Getty Images)

Rigoristi, il rebus Germania

Insospettabilmente la situazione complicata, vuoi per il girone, vuoi per i nomi in ballo, è quella della Germania e del suo rigorista: dovrebbe, e il condizionale è d'obbligo, essere Gundogan, che ha calciato l'ultimo rigore con la Nazionale teutonica e che nel City rappresenta anche una alternativa affidabile a De Bruyne (nel Belgio fagocitato dalla sentenza Lukaku). Ma c'è anche Werner, che Jorginho permettendo nel Chelsea calcia abbastanza spesso dal dischetto, ma che l'ultimo lo ha sbagliato: avrà voglia di prendersi la ribalta? C'è poi Kroos, che onestamente vediamo un pizzico dietro. C'è anche il gruppo con Francia e Portogallo da tenere in considerazione: insomma, per garanzie e per non mangiarsi le mani su cambi, rigori al 90' e scelte non azzeccate, guarderemmo altrove.

RIGoristi Europei, zitto zitto Morata...

Capitolo a parte merita un rigorista teoricamente non di primissimo grido come Morata, che però la sua appetibilità ce l'ha eccome: Sergio Ramos non è stato convocato, e la porta dal dischetto si è improvvisamente spalancata per l'attaccante bianconero. La concorrenza possibile (Fabian Ruiz?) non è nutritissima, certo non per la cifra tecnica della Roja. E il girone è tutt'altro che irresistibile. Morata rigorista di prima scelta? Anche sì.

I rigoristi di Euro 2021

Lukaku litigherà con qualcuno per calciare i rigori? (Getty Images)
Lukaku litigherà con qualcuno per calciare i rigori? (Getty Images)