SHARE

Napoli, Ancelotti: "Lozano pronto per giocare, Milik non convocato. Llorente? Se arriva, sono contento"

La conferenza stampa del tecnico azzurro alla vigilia del match contro la Juventus


|

E' subito Juventus-Napoli. La seconda giornata ci presenta subito uno dei big match del nostro campionato, delle due principali pretendenti dello scudetto. Queste le parole di Ancelotti nella conferenza stampa della vigilia: "È un test indicativo, vogliamo dimostrare di essere competitivi contro la squadra che resta favorita per la vittoria fianale. Le sensazioni sono buone".

LLORENTE E ICARDI - "Non so se arriva. Non sono interessato, devo pensare ad altro. Se arriva sono contento. Lo conosciamo tutti, è diverso da quelli che abbiamo e quindi può aumentare il livello qualitativo dei giocatori in attacco. Nessun rimpianto per Icardi".

SORTEGGIO CHAMPIONS - "Il Liverpool lo conoscono tutti, mentre Salisburgo e Genk sono due squadre giovani che giocano con ritmo. È più semplice di quello dell'anno scorso, ma va giocato con attenzione".

LOZANO - "Sta bene, è già in un'ottima condizione perché hanno iniziato prima per i preliminari. Si sta adattando alle nuove idee, ma è pronto per giocare".

CENTROCAMPO A 2 O A 3? - "A tre abbiamo giocato gli ultimi dieci minuti, ma per difendere bassi. Se vuoi pressare alto non puoi giocare a tre. E' rimasto il sapore della vittoria, su un campo ostico, con delle difficoltà evidenziate dai tre gol subiti ma che sono nati da un rigore che non aveva modo di esistere e da un angolo in cui siamo mancati difensivamente".

LA DESIGNAZIONE DI ORSATO - "Ha esperienza per queste gare, nessun problema per noi".

MAKSIMOVIC A DESTRA? - "E' una delle possibilità. Se giochi con due attaccanti centrali i terzini devono stare un po' più stretti. Non è solo una scelta di caratteristiche quella di tenerli più stretti".

MILIK OUT - "Milik non è convocato, ha lavorato a parte. Confidiamo nella sosta per poterlo recuperare pienamente".

GHOULAM - "Faouzi sta bene, anche a Firenze poteva giocare senza problema ma poi ho fatto una scelta diversa".

DISCUSSIONI SU MERTENS - "Onestamente, non era rigore su Zielinski e nemmeno su Mertens. Per me la questione finisce qui".