Marco Mancosu, centrocampista del Lecce, ha parlato nel corso di un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport:

Le parole di Mancosu

 «Magari riuscissi a confermare subito il bel vizietto di fare gol nelle sfide con le big. Se davvero ripartirà il campionato, il Lecce dovrà compiere l’impresa di fermare Milan e Juventus. Siamo a quota 25 punti, al terzultimo posto alla pari col Genoa, e non possiamo farci distaccare».

Salvezza?

«Qualche giorno fa, nello spogliatoio Falco proponeva una sua tabella: 4 vittorie per restare in A, con 37 punti. Chissà se basteranno. Ci saranno molti fattori variabili che peseranno sui restanti 12 incontri».

Si ripartirà?

«Così sembra, però la salute è l’unico bene da tutelare. Nel caso, il campionato dovrà continuare con le stesse regole, non sarebbe giusto cambiare in corsa con stravolgimenti come playoff e playout. Il Lecce vuole giocare sino in fondo, accettando solo il verdetto della classifica finale».

Calciatore decisivo?

«Punto tanto su Babacar e Farias, bloccati sin qui da diversi infortuni. Hanno qualità importanti, sapranno esaltarsi nel mini-torneo che ci aspetta».

Contratto?

«I matrimoni si fanno in due. Valuterà il mio procuratore Kael Grimaldi: anche quand’ero in C, puntava sulla mia svolta da protagonista in Serie A. A Lecce sto benissimo».