Joe Barone e Daniele Pradè sono scesi in campo un minuto dopo la dolorosa sconfitta contro il Benevento. I collaboratori di Rocco Commisso hanno ribadito totale fiducia a Cesare Prandelli. La società è pronta ad avallare qualsiasi indicazione arriverà dal nuovo tecnico. Poi, a quel punto, sono iniziati i colloqui con la squadra. Che sono continuati ieri al Centro Sportivo Davide Astori. I dirigenti viola hanno inviato tre messaggi ai giocatori.

Fiorentina, la posizione della società

Dopo l’esonero di Iachini gli alibi sono finiti e tocca allo spogliatoio dimostrare grande attaccamento alla società ed anche ai tifosi. Visto che la squadra è apparsa in difficoltà anche dal punto di vista fisico verranno valutate le condizioni dei singoli calciatori per verificare come dosare i carichi di lavoro individuali. La dirigenza ha chiesto a capitan Pezzella e ai giocatori con maggiore esperienza come Callejon, Borja Valero, Ribery e Caceres di aiutare anche dal punto di vista psicologico i colleghi più giovani apparsi in evidente confusione.

Fiorentina, Commisso vuole la Coppa Italia

La sfida di Coppa Italia di domani a Udine arriva in un momento sbagliato. Rocco Commisso tiene molto a questo torneo. Lo considera la grande vetrina stagionale della Fiorentina. Uscire subito dalla Coppa sarebbe un altro grave passo falso. Il problema è che la squadra viola ha mille problemi mentre l’Udinese appare in grande salute.

(Getty Images)
(Getty Images)