SHARE

Fiorentina, Montella: "Chiesa deve segnare di più. Ribery indietro di condizione"

Le parole del tecnico viola


|

Domani esordio in campionato per la Fiorentina in casa contro il Napoli, Montella parte dal mercato: "La società sta operando benissimo. Sono arrivati calciatori che sono pronti, come Badelj e Pulgar. Forse loro due hanno bisogno di altri esterni, servirebbero dei terzini più difensivi. Il direttore ha detto che completeremo la rosa, siamo qua senza paura, con una grande entusiasmo, e la voglia di avere un’identità dal punto di vista del gioco”

Sul Napoli, avversario di domani: "Sono la seconda squadra più forte del campionato negli ultimi anni. C’è bisogno di tutto il sudore che abbiamo. Non possiamo pensare di poterlo dominare, dobbiamo abbracciarci fortemente tra di noi, e con i tifosi. Loro hanno un attacco che può fare un sacco di gol".

Ribery non sarà titolare: "È indietro di condizione. Ho parlato a lui a lungo, è un campione. Ha grande voglia di mettersi a disposizione, dare una mano, e ai giovani per farli crescere. Mi auguro anche che ci sia la possibilità di farlo giocare".

Duello tra Vlahovic e Boateng: "Dusan mi piace moltissimo, come caratteristiche, ma come reagirebbe se sbagliasse un gol? Sono calciatori diversi, vediamo. Poi i gol li possono segnare anche gli esterni, li abbiamo forti, come Chiesa, Ribery, ma Federico deve segnare di più. Ribery è un assist man straordinario, ma non ha la doppia cifra nelle corde".

Terzini: "Lirola sta meglio, lo valuteremo. Biraghi è ancora un giocatore della Fiorentina, ci sono delle valutazioni tecniche e psicologiche che farò di volta in volta".

Ipotesi Chiesa punta: "Federico può giocare dappertutto anche se la fascia è dove si esprime meglio. A volte le intuizioni vengono per caso, basta pensare a Mertens che è diventato più forte da punta che da esterno. Anche Totti ha fatto un percorso simile".

Condividi con i tuoi amici!