Rocco Commisso ha commentato duramente quanto accaduto in merito al progetto della SuperLega, che ha coinvolto Juventus, Inter e Milan. Il patron della Fiorentina non ha gradito il comportamento delle italiane e ha parlato delle possibili riforme del mondo del calcio; in particolare Commisso vuole garanzie che progetti come la SuperLega non possano più nascere. Di seguito le sue parole ai canali ufficiali della Fiorentina.

Le parole di Commisso sulla SuperLega

Queste le parole di Commisso sulla SuperLega: "Sono scappato dall'America perché mi piace il calcio come è fatto in Europa, anche con i rischi legati a promozioni e retrocessioni. Là i campionati sono chiusi, sarebbe il metodo peggiore da introdurre in Europa. Nel calcio americano non esistono i valori meritocratici, per questo sono scappato da lì. Il concetto loro è ‘non perdere i soldi’, infatti nessuno fallisce come accade qua. Ma il comportamento di questi 12 club che hanno provato a creare la SuperLega è stato irrispettoso. Io sono venuto rispettando le regole e il sistema del calcio europeo. Ho messo tanti soldi, avere quel tipo di cambiamento non mi sarebbe andato bene e non sarebbe andato bene ai nostri tifosi e a tutta la Fiorentina".

Le parole di Commisso sulla SuperLega (Getty Images)
Le parole di Commisso sulla SuperLega (Getty Images)

Commisso vuole garanzie

Commisso vuole garanzie: "Ho fatto tanti progetti nella mia vita, mai mi è successo di tornare indietro dopo 48 ore come hanno fatto loro. Mi faccio delle domande. Come mai non hanno voluto sentire i propri tifosi? Come mai non hanno coinvolto anche tutti noi? Come mai non hanno avuto trasparenza nella Lega dove in teoria siamo tutti soci? Queste 12 squadre hanno 600 milioni di ricavi all'anno, noi eravamo a 90 prima del Covid. Non gli basta avere già tutta questa differenza? Adesso voglio avere garanzie che una cosa del genere non accadrà mai più".