SHARE

Inter, Conte: "Sanchez? Dispiace per il suo infortunio, stava lavorando bene. Su Ibrahimovic..."

l'allenatore dei nerazzurri parla del match di domani con il sassuolo


|

Antonio Conte, allenatore dell'Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la conferenza stampa di presentazione della sfida di domani con il Sassuolo. Queste le sue parole riportate dalla redazione di Fantacalcio.it.

Conte in conferenza: queste le sue dichiarazioni

"Infortunio Sanchez? Mi dispiace davvero tanto. C'è molto dispiacere da parte di tutti, mia, dello staff e naturalmente del ragazzo. Pensavo avessimo recuperato Sanchez, ci stava dando un grande apporto sotto molti punti di vista. Mi dispiace molto per lui, stava facendo bene, aveva lavorato duro per tornare ad essere il Sanchez che conoscevamo, nel momento in cui stava raccogliendo i frutti c'è stato questo brutto infortunio, deve essere bravo a rialzarsi.

 Ibrahimovic? Parlare di altri giocatori oggi sarebbe una grande mancanza di rispetto nei confronti dei miei ragazzi, visto tutto quello che mi hanno dato e che possono darmi ancora, con il massimo rispetto di Ibra. Parliamo di un ragazzo straordinario che rimarrà nella storia del calcio. Ho grandissimo rispetto e fiducia nei miei calciatori, a volte alcune disavventure possono dare comunque maggiori stimoli ed opportunità, cercando appunto di migliorare ancora.

 A questa squadra non manca nulla, stiamo dando continuità di risultati, dobbiamo però continuare su questa strada e avere continuità di risultati. Un percorso fin qui ottimo, dobbiamo cogliere nella quotidianità l'opportunità di migliorarci. 

Ripartiamo da due sconfitte dove però abbiamo giocato bene. Abbiamo sempre esaminato aspetti negativi e positivi, in maniera molto obiettiva abbiamo cercato di individuare le situazione dove possiamo migliorare. Quando giochi 7 partite in 23 giorni è inevitabile che durante il percorso qualcosa dal punto di vista tattico lo tralasci. Dopo solo 3 mesi non posso pretendere che determinate cose siano già fisse nelle teste dei calciatori. 

Sassuolo? Parliamo di una grandissima realtà. C'è grande dispiacere per la scomparsa del presidente Squinzi, lui è stato l'artefice di questa grandiosa realtà. Vedo una società molto solida, seria e serena: hanno un allenatore con idee chiare.