SHARE

Ancora minacce a Ferrero: “Infame, guardati le spalle”. Sampdoria-Vialli, 12 giorni alla deadline

il gap tra domanda e offerte c'è ancora: ma scende in campo garrone


|

"Ferrero infame senza dignità, vendi e sparisci da questa città". Tre giorni a Genova fa il penultimo, censurabile, messaggio anonimo recapitato al Presidente della Sampdoria, a margine della terza sconfitta consecutiva in campionato. 

Nella notte, l'ultima minaccia: come riporta Telenord, sui cancelli di ‘Casa Samp’ a Bogliasco è apparsa un'altra scritta offensiva e deprecabile. “Ferrero infame guardati le spalle”, hanno scritto, nuovamente, anonimi (sulle cui tracce ci sono già le forze dell'ordine), in riferimento indiretto alla trattativa tra il patron e il gruppo Vialli. Il cancello è stato successivamente ripristinato e la scritta rimossa. 

Un momento non felice per il Doria, alle prese con una crisi tecnico-tattica che ha portato l'allenatore - a sua volta in discussione - a cambiare modulo, ed un momento societario che sta per andare incontro a un'inevitabile deadline. Tra 12 giorni scadrà il termine previsto dalla lettera d'intenti tra il gruppo Vialli e Ferrero, che però devono ancora trovare la quadra sulle cifre. L'imprenditore romano resta fermo sulla sua richiesta (95-100 milioni), mentre l'offerta deve ancora colmare un gap di circa 10-15. La soluzione potrebbe essere rappresentata dalla mediazione di Edoardo Garrone, vicino ad ambo le parti.