Ivan Juric, allenatore del Torino, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro il Napoli. Queste le sue dichiarazioni riportate dai colleghi di Tmw.

Napoli-Torino: la conferenza di Juric

"Già dal campionato scorso hanno alzato il livello, con Spalletti hanno sempre vinto. Hanno un equilibrio fantastico, se li attacchi alti sono velocissimi e se ti abbassi ti colpiscono con il palleggio. Serve una partita al top, speriamo vada bene. Mi dispiace per le assenze, questa squadra ha bisogno di lavorare e conoscerci, così è diventata difficile per l'allenatore. Bisogna pensare in futuro come organizzarsi, in questo periodo lavori poco sul concreto e noi, che vogliamo cambiare rispetto al passato, è stato complicato. Io voglio alzare il livello nei particolari, ma così lavorare non è semplice. Giochi tanto e ti alleni poco, nelle due settimane di pausa praticamente non hai la squadra al completo".

Sul Napoli

"Il Napoli ha affrontato squadre che li aspettavano bassi e hanno preso quattro gol, chi li ha affrontati a viso aperto anche ha subìto. Spalletti è il top assoluto, riesce a sfruttare al meglio tutte le potenzialità della sua squadra. Ci sono tante difficoltà diverse in questa gara, loro riescono sempre a trovare il modo per fare gol. Serve fare tutto bene".

Su Belotti

"Per il Gallo sono contento: la prima settimana ha fatto a parte ma calava il dolore, nella seconda parte ha iniziato gradualmente con il gruppo. Comincia ad essere disponibile, lui è un giocatore muscolare e fisico e ha bisogno di tempo per entrare in forma. Piano piano darà il suo contributo, dopo la prossima sosta se tutto va bene sarà il Gallo del passato. Già adesso può cominciare a darci un contributo, ma non dobbiamo aspettarci che sia al top. Ma cominciamo a contare su di lui. Zaza è più o meno uguale, ha avuto un altro tipo di infortunio e ha fatto lo stesso programma del Gallo. Alternava un po' da solo e un po' con noi, anche lui è disponibile".

Su Praet e Linetty

"Prosegue il suo recupero, dovrebbe essere disponibile per la prossima partita: questa è l'idea. Linetty è disponibile"

Su Sanabria

"Deve ancora tornare, è una problematica. Ha fatto la partita, ha viaggiato tutta la notte con il fuso orario e ora decidiamo cosa fare. Rincon arriverà ancora più tardi. Sono cose che noi allenatori dobbiamo accettare, ma non siamo riusciti a preparare la partita. Vediamo se arrivano in tempo per l'allenamento di oggi, poi valutiamo".

Chi parte davanti tra Belotti e Zaza?

"Più o meno uguale. Il Gallo non poteva correre per lungo periodo, Zaza ha aumentato piano piano. E' questa la differenza nella griglia di partenza tra i due. Non abbiamo fatto amichevoli, è difficile capire le loro condizioni. Andiamo un po' a indovinello. Fisicamente sono alla pari, nessuno è in vantaggio"

Può giocare Izzo?

"Le mie preferenze sono altre, in questo momento. Ma non è una cosa definitiva, chi vedo meglio gioca".

Su Aina e Ansaldi

"Faccio scelte tecniche: se Aina è stato scelto dal Chelsea, vuol dire che è predisposto per una grande squadra. Ha caratteristiche da giocatore importante ma deve migliorare, Ansaldi è un top player negli ultimi 30 metri. Vorrei usarli entrambi nel modo migliore per tutto il campionato, anche domani dovranno stare bene tutti e due perché io possa scegliere. L'importante è che ci sono mentalmente, che diano il contributo a prescindere che sia dall'inizio o a gara in corso. E' questa la mia idea, è un vantaggio per tutti se sono pronti alle mie scelte"

 

Conferenza Juric (Getty Images)
Conferenza Juric (Getty Images)