SHARE

Napoli, Ghoulam euforico: "Sto tornando ai miei livelli. Di Lorenzo? Che talento"

Il terzino azzurro analizza questo avvio di stagione


|

Faouzi Ghoulam, esterno sinistro del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss analizzando la stagione degli azzurri e la propria condizione fisica. Ecco le sue dichiarazioni:

 "Sin dal primo giorno mi sono sentito napoletano. La gente è meravigliosa. tanti giocatori sono rimasti qua perché da nessuna parte si potrà trovare questa atmosfera. Questi sono gli anni più belli della mia carriera. Abbiamo un rapporto tra noi eccezionale. A livello d'amicizia ho incontrato gente importante. Dobbiamo crescere tutti assieme. La gente deve avere un po' di pazienza, devono seguire il nostro capitano che è un fenomeno, merita una grande accoglienza perché è un grande".

Pensate di aver ricevuto troppe critiche?

"Abbiamo capito che siamo noi contro tutti gli altri. Ci hanno criticato tantissimo. Noi facciamo il nostro percorso, più uniti che mai, tutti vogliono battere il Napoli e noi dobbiamo essere orgogliosi di rappresentare la città".

Come stai?

"Ho tanta voglia di tornare ad essere il Ghoulam di prima. Devo giocare e prendere fiducia. Non potevo trovare il mio livello da un giorno all'altro. Non giocavo perché avevo qualche problemino. Ora ho maggiore continuità negli allenamenti, mi sto ritrovando. Più il tempo passa meglio è".

Quest'anno trovi che sia un campionato più interessante?

"Sembra essere tornato un bel campionato con tante squadre che possono lottare per vincere. Adesso stiamo riprendendo tanti campioni nel nostro torneo".

Un giudizio su Ancelotti?

"Ritrovo tante cose in lui di Benitez e Sarri. E' un allenatore completo con uno staff che lavora tantissimo. Dobbiamo essere tutti uniti contro il resto".

Arriva il Salisburgo in Champions League:

"Saranno molti importanti gli scontri diretti con loro. Andremo li per fare risultato ma dobbiamo pensare al Verona per tornare ad assaporare il gusto della vittoria".

Lo Scudetto rimane il vostro obiettivo?

"Noi vogliamo vincere qualcosa, negli ultimi anni siamo sempre arrivati secondi ed è una cosa che non ci piace. Vogliamo fare anche un percorso brillante in Champions per infiammare la piazza napoletana che ne ha bisogno".

Che pericoli attendersi dalla sfida contro il Verona?

"Dobbiamo vincere con Il Verona. Abbiamo pareggiato due partite contro Genk e Torino, il giudizio è stato un po forte nei nostri confronti, dobbiamo stare tranquilli, i tifosi ci devono credere e ci sapranno aiutare".

Pochi gol in attacco: è un problema?

"Meglio non prendere gol. L'importante è che torniamo a segnare. Quelli davanti non segnano perché stiamo facendo una grande fase difensiva e abbiamo un po' meno lucidità davanti alla porta. Il gol tornerà".

Un giudizio sull'arrivo di Di Lorenzo?

"Siamo contenti per lui, sappiamo che siamo coperti con lui. Per noi è un valore aggiunto, è importante averlo con noi".

Quanto è maturo questo gruppo?

"Negli anni siamo cresciuti tutti assieme, si sono aggiunti giocatori di grande qualità, speriamo di fare bene".