SHARE

Juventus, Pjanic: "Devo tutto ad Allegri. Inspiegabile il trattamento a Totti e De Rossi"

Le parole del regista bianconero


|

Ha parlato a Vanity Fair il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic partendo dagli elogi al suo ex allenatore: "Allegri è uno che ti dice le cose in faccia, ci sentiamo spesso. Ora vuole solo riflettere un po', ma non avrà problemi a trovare una grande squadra. Mi prendeva in giro, sosteneva che appena arrivato dalla Roma non fossi in grado di fare passaggi più lunghi di cinque metri. Ma se sono diventato un grande calciatore lo devo solo ad Allegri".

Si parla di Roma e di Totti e De Rossi: "Non mi capacito ancora di come siano stati trattati dal club. Ne ho anche parlato con loro, sono dispiaciuti e non riescono a darsi una spiegazione. Totti si è tirato fuori da una situazione che non gli stava bene, non condivideva le modalità di gestione del club e il suo ruolo. Era convinto di poter dare di più e so che ci sta male. Quello che hanno fatto a De Rossi è un mistero. Quando vedi partire i più bravi anno dopo anno poi ti fai delle domande, e alla fine ti stufi".

Su per Nainggolan: "Spesso commette sbagli evitabili, è troppo diretto e aperto, dovrebbe essere invece più discreto. Ma ha vissuto tutta la sua carriera in questo modo, forse da il meglio di sé in queste situazioni: comunque spero ne esca".