Atalanta, queste le parole del presidente Percassi

Il presidente dell'Atalanta Antonio Percassi festeggia oggi 10 anni di gestione della squadra nerazzurra. intervistato da L'Eco di Bergamo, ha tenuto a spegnere ogni polemica accesasi nei giorni scorsi per il 'caso Gasperini', in seguito alle sue dichiarazioni sul coronavirus a Valencia. Queste le sue parole.

Sulle parole di Gasperini

"Io sto con Gasperini e i giocatori, guardo davanti. I controlli dicono che come Atalanta con i nostri tesserati abbiamo fatto tutto nel rispetto delle regole e con la massima prudenza. Questo per noi è fondamentale. Siamo a Bergamo".

Sulla Champions League

"Con due gare puoi rimediare. Ma se vincessimo la prima andrebbe bene non giocare più…La Finale di Champions? Non ci penso, direi Lourdes, Medjugorje, Caravaggio. Ma la lotta per la Champions sarà accesa: ci sono pochi punti di differenza e tante incognite"".

Su Zapata

 "L'Atalanta è un gruppo, ciascuno ha il suo compito, ci sono gare in sequenza e il mister sa gestire benissimo i ragazzi. Ma mi piace pensare che dopo l'infortunio sia Zapata a trascinare tutti. Questa tragedia ha fermato l'Atalanta nel momento più bello della sua storia: quarta in A e nei quarti di Champions. Ma proprio perché siamo l'Atalanta, non molleremo niente".

Zapata (Getty Images)