"I registi sono tutti bianchi, quelli di colore corrono". Una frase che dà fastidio al solo leggerla eppure sembra che rappresenti bene i pregiudizi dei commentatori calcistici. È quanto afferma uno studio condotto da RunRepeat, una società danese di ricerca, in collaborazione con la PFA, Professional Footballers' Association che ha analizzato le parole dei cronisti e delle voci tecniche in 80 gare dei campionati europei, tra Premier League, Serie A, Liga e Ligue 1. .

Ne è venuto fuori un dato sconfortante: questi i risultati, in estrema sintesi, pubblicati dalla PFA.

Intelligenza
I commentatori quando parlano di doti intellettive:
62.60% delle lodi sono rivolte a calciatori dalla pelle chiara; 
63.33% delle critiche sono rivolte a calciatori di colore.

Fisicità
I commentatori quando parlano di doti fisiche:
6.59 volte più probabile che si parli di calciatori di colore;
3.38 volte più probabile si parli di calciatori di colore quando si discute di velocità.

Impegno
Quando i commentatori parlano di impegno:
60.40% delle lodi sono rivolte a calciatori dalla pelle chiara

RunRepeat