Dusan Vlahovic torna in Nazionale. E lo fa dopo un periodo di flessione, in termini di gol e prestazioni, tra campionato e Champions League. Ecco le sue parole dal ritiro con la Serbia.

Le parole di Vlahovic in Nazionale

"Non vedevo l'ora di essere di nuovo a Stara Pazova. L'ultima volta avevo avuto dei problemi fisici, ma il ct mi è venuto sempre incontro e devo ringraziarlo per avermi aiutato a guarire dall'infortunio nel miglior modo possibile. Sono venuto anche durante il processo di recupero per fare il tifo per i miei compagni ed è il minimo che potessi fare per la mia nazionale in quel momento. Ora sono pronto e molto felice di essere di nuovo tra i convocati. Non vedo l'ora di giocare contro Svezia e Norvegia. La fiducia dell'allenatore significa molto per me. Anche nel periodo in cui non giocavo molto nel mio club, sono stato convocato in nazionale maggiore e ho sempre dato il massimo per contribuire a ottenere un risultato positivo. Ero il più giovane della squadra fino a questo momento, ora però c'è Stefan Mitrovic".

"Il nostro obiettivo è conquistare il massimo dei punti nelle ultime due partite e ottenere il piazzamento nel girone A della Nations League. Sarà importante anche per il prossimo ciclo di qualificazioni all'Europeo del 2024".

Juventus e Fantacalcio: il rendimento di Vlahovic

In un momento così difficile come quello che sta affrontando la Juventus dovrebbero emergere gli uomini chiave come Dusan Vlahovic. la realtà, però, è che anche l'attaccante serbo sta deludendo, sia in Serie A che al Fantacalcio. Dopo un ottimo avvio di stagione in cui ha collezionato 4 reti nelle prime 4 apparizioni, l'ex Fiorentina si è bloccato così come la squadra bianconera. Dopo la panchina di Firenze, infatti, Vlahovic è rimasto a secco sia contro la Salernitana che il Monza. Se poi si analizzano le reti segnate notiamo subito che 3 delle quattro reti messi a segno sono arrivate da calcio piazzato. Un segnale importante che testimonia come la Juventus fatichi molto a costruire gioco. Un rendimento da migliorare singolarmente per aiutare a risalire la classifica della Vecchia Signora.