Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, ha rilasciato alcune dichiarazioni in occasione della consueta intervista post gara rilasciata ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole.

Fiorentina: le parole di Italiano

"I ragazzi confermano che hanno sempre questa capacità di reagire a risultati negativi e non eccezionali, hanno questa forza e oggi l'hanno confermata, anche se ancora una volta abbiamo regalato un gol. Reagire e ribaltare il match è una grande dote. Abbiamo fatto un'ottima partita, potevamo fare più gol, siamo contenti, anche perché non era facile reagire ad una sconfitta che ci ha fatto male, sono contento dei ragazzi".

Su Jovic

"Non è facile dopo tantissimo che non hai minuti nelle gambe, non giochi con continuità. Sapevamo che dovevamo aspettarlo ed avere pazienza, ci sta ripagando con i gol, ma può fare meglio per quanto riguarda la tenuta fisica, la capacità di legare gioco e oggi poteva fare anche qualche gol in più. Ha margini di crescita. Siamo contenti perché è tornato al gol e questo è importante".

Qualche fischio per la sua esultanza all'uscita dal campo?

"È un ragazzo sensibile, ha sofferto questo inizio, ha applaudito all'uscita... Credo non sia stato un suo gesto polemico, ma solo per cercare di avere anche lui quegli stimoli in più per fare quello che ha nella testa, ovvero fare gol e rendere felice la gente".

Sugli esterni

"Ho chiesto di cercare di affiancare la punta che spesso è circondata di avversari, cercare di mandare dentro le punte esterne, lavorare in ampiezza con i terzini... Durante lo svolgimento della gara possono variare tante cose. Oggi Barak ha fatto tre ruoli, cerchiamo di avere più gente dentro l'area, più soluzioni e se lo immagazzinano avremo più soluzioni di partita in partita, dipende anche dagli avversari che affrontiamo. Stiamo raccogliendo qualche frutto, stiamo cercando di dare man forte a questi attaccanti".

Sulla vittoria

"Abbiamo steccato qualche partita dove potevamo fare più punti, così si sono alzate le aspettative e la gente pretende quello che, in condizioni di grande serenità e mente sgombra, possiamo regalare. Noi possiamo dare qualcosa di diverso a questa gente, soprattutto in campionato, dove abbiamo avuto molta molta sfortuna. Creiamo, ma sbagliamo gol incredibili, serve migliorare, ogni tiro prendiamo gol. Sappiamo che il pubblico ci dà quella spinta in più, cercheremo di ricreare l'entusiasmo che c'era lo scorso anno".