SHARE

Var, mea culpa di Infantino: "Ho cambiato idea, il calcio è più pulito, giusto e trasparente"

Il presidente Fifa: "Aiutare gli arbitri con qualcosa che non snatura il gioco è una bella cosa"


|

Più che promosso: capace di rendere il gioco più credibile e più sereno. E’ entusiasta dell’impatto del Var sul calcio il presidente della Fifa, Gianni Infantino, intervenuto al convegno 'Il calcio e i Mondiali' durante il Festival dello Sport a Trento: ”Il calcio grazie al Var è più bello, pulito, giusto”, ammette in n.1 del calcio mondiale.

Anche un mea culpa sul ritardo da parte di Infantino: “E’ vero, sul tema ho cambiato idea, all'inizio ero scettico. Abbiamo deciso di provarlo, ma dovevamo farlo seriamente. Mi sono reso conto che il Var aiuta".

Nessuna delegittimazione degli arbitri: ”Noi appassionati non ci rendiamo conto che lavoro dell'arbitro è difficilissimo. Poterlo aiutare con qualcosa che non snatura il gioco e lo fa in modo corretto e' una bella cosa. Oggi, dopo due anni, il Var è già entrato nel vocabolario mondiale. E' una cosa importante, significa trasparenza, giustizia. Certo, il dubbio continuerà ad esistere, ma il progresso significa 'meglio di quello che c'era prima’”.