Un grande inizio per la Real Sociedad. Dopo due pareggi nei primi due match, i baschi hanno inanellato due vittorie consecutive che l'hanno fatta balzare ai vertici della classifica. Il tecnico Alguacil, lo stesso che pochi mesi fa dichiarò di non volere in rosa un calciatore come Messi, perché non avrebbe quello spirito di sacrificio richiesto in squadre come la Real Sociedad, ha visto arrivare un campione come il mago David Silva, calciatore che, insieme a Portu (o Januzaj) e Oyarzabal,  completa una trequarti da urlo. Il tecnico, con una squadra simile, ricca di giovani talenti e gente esperta che ha calcato i più importanti campi di calcio, non potrà non puntare ai primi 4 posti della Liga. Squadra giovane, ricca di talenti e ragazzini terribili come Barrenetxea, Isak e Roberto Lopez. Molto passerà dal ritorno del pubblico all'Anoeta, vero numero 12 in campo e dall'infermeria, se Monreal, Illarramendi e lo stesso Silva dovessero reggere per l'intera stagione, i Txuri-Urdin potranno togliersi tante soddisfazioni. E noi con loro. 

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Come gioca la Real Sociedad di Alguacil

La Real Sociedad di Imanol Alguacil si schiera con un 4-2-3-1 dal tasso tecnico eccelso. In porta Remiro ha base importanti e un ottimo destro che gli permette di giocare la palla con disinvoltura. A destra Zaldua con Gorosabel pronto a sostituirlo. Al centro Aritz Elustondo, prodotto della cantera dei txuri-urdin che all'occorrenza può fungere anche sa terzino destro, troverà al suo fianco Diego Llorente, calciatore molto forte sul piano aereo, lo spagnolo vivrà un ballottaggio perenne con il francese Robin Le Normand, centrale anch'esso molto forte sulle palle alte e con un buon senso della posizione. A sinistra Nacho Monreal è l'uomo d'esperienza e dal tasso tecnico elevato, con Aihen Munoz che all'occorrenza potrà prendere il suo posto. Il duo di centrocampo sarà composto dalla qualità di Merino e Illarramendi, l'ex Real Madrid, tornato nella sua squadra d'origine, sarà out fino a novembre, toccherà dunque a Guevara e soprattutto al giovane Zubeldia prenderne il posto. Un centrocampo di grande qualità e quantità a supporto di una linea fantasia che delizierà tutto il pubblico (speriamo torni presto) della Anoeta. Portu sulla destra è decisamente in vantaggio sull'ex Manchester United Januzaj, mentre ipotizziamo che il mago David Silva e Mikel Oyarzabal si scambieranno spesso la posizione di interno ed esterno dietro la prima punta. I due dovranno illuminare la scena, e da loro passeranno le giocate migliori della Real Sociedad. Barrenetxea ha stupito tutti, il classe 2001 è un esterno rapido, capace di puntare ripetutamente l'avversario e ottimo per far rifiatare i titolari. In avanti il baby Isak ha stupito per concretezza e personalità, sarà lui il titolare dell'attacco basco, alternandosi nel corso di ogni match con il brasiliano Willian José, attaccante affidabile, capace di realizzare goal importanti.

Probabile formazione Real Sociedad

Lineup Fantacalcio.it

Ballottaggi, rigoristi e tiratori Real Sociedad

Ballottaggi: D.Llorente/Le Normand; Illarramendi/Zubeldia; Illarramendi/Guevara; Portu/Januzaj; Isak/W.José.

Rigoristi: Oyarzabal; D.Silva; Willian José.

Tiratori: Oyarzabal; D.Silva; Portu.

Euroleghe, quali calciatori comprare del Real Sociedad?

Squadra intrigante, ricca di giovani e di gente navigata, capace di essere ancora decisiva per la propria squadra e al fantacalcio.

Nacho Monreal

Terzino sinistro e all'occorrenza centrale di sinistra, l'ex Arsenal ha una peculiarità tanto cara a noi fantallenatori: vede la porta. Difficilmente a fine stagione la casella dei goal rimane ferma vuota e, anche se non è più un ragazzino, il 34enne di Pamplona resta un ottimo innesto da inserire in rosa. 

Aser Illarramendi 

OK, forse il suo nome tra i consigliati è un po' azzardato, specialmente per un ragazzo falcidiato da infortuni e che non vede il campo da oltre un anno e che rientrerà a Novembre. Guardando al futuro, ci ricordiamo di giocate sopraffine, visione di gioco, ottimi calci da fermo e quella grinta che solo chi ha vestito la camiseta Blanca conosce. Nessuno si azzarderà a contrastare e, a quel punto, una chance anche come ultimo slot del centrocampo, noi gliela daremo.

Mikel Oyarzabal 

Un talento puro che sinceramente meriterebbe i più alti palcoscenici d'Europa. Egoisticamente invece, ce lo godiamo alla Real Sociedad, squadra dove, nonostante la giovane età è leader indiscusso. Grande tecnica, fiuto del goal e dialogo costante con i compagni. È anche il rigorista designato e, nonostante l'arrivo di David Silva, sarà il goleador della squadra. Chi gioca alle Euroleghe da tempo conosce il suo potenziale, per chi si affaccia ora in questo mondo fatato, metterlo in rosa significa certezza. 

 

Euroleghe, quali calciatori non comprare del Real Sociedad?

La concorrenza spesso non è digerita da alcuni calciatori e, piuttosto che spronare, tende a far deprimere il calciatore stesso, con prestazioni inaccettabili, almeno per noi.
 

Diego Llorente

Finalmente in lista. Lo spagnolo è sempre stato ad un passo dall'essere quotato ma, per un motivo o per un altro, non è mai riuscito a superare la selezione finale. Arrivato finalmente alle Euroleghe, sembra aver perso quella titolarità certa degli anni passati. Bravo nel gioco aereo, sia in fase difensiva che offensiva, il suo ruolo potrebbe essere quello di semplice riserva del francese Le Normand, ragion per cui non possiamo consigliarne l'acquisto.

Adnan Januzaj

Il nazionale belga sembra un nome che gira da anni nel mondo del calcio, ed in effetti è così. Cresciuto nel Manchester United, si pensava alla nascita di una nuova stella del calcio mondiale. Forza fisica, corsa, gran tecnica ed un sinistro come pochi, rendono il mistero ancor più fitto. Come può un calciatore con tali doti tecnico-atletiche non diventare un crac? Riserva di Portu, l'arrivo di David Silva ne limiterà ulteriormente il minutaggio (in questo inizio di stagione appena 30 minuti in due gare) ed i miseri 4 goal e 3 assist dello scorso anno potrebbero non ripetersi. Ha solo 25 anni, potrebbe anche cambiare marcia, ma il tempo delle attese è giunto al termine. 

Willian José

Il brasiliano resta un buon attaccante, presente dentro l'area e capace di dialogare con i compagni. Tuttavia l'esplosione del classe 2001 Isak lo ha relegato sempre più in panchina. Difficilmente rimarrà a guardare un match seduto per tutti e 90 minuti, ma il suo minutaggio, notevolmente abbassatosi, ci porta a guardare altrove per comporre il nostro attacco.