Il Borussia Monchengladbach is back. I puledri tornano in Champions League dopo una stagione vissuta da protagonisti. Primi in classifica per un paio di mesi, i Fohlen hanno mostrato un gioco dinamico, offensivo ma senza mai perdere distanze tra i reparti ed equilibrio. Merito del tecnico Marco Rose, che al suo primo anno al M'Gladbach dopo l'ottima esperienza con il Salisburgo, ha saputo da subito inculcare le proprie idee ai giocatori. Intensità, pressing, ripartenze e calcio verticale, questi i diktat dell'allenatore che non si rifugia dietro ad un solo modulo, pur utilizzando il solito credo di gioco. La rosa dei puledri è formata da gente esperta come Sommer, Kramer e capitan Stindl, ma anche da giovani richiesti da mezza Europa come Ginter e talentini pronti a diventare grandi come l'attaccante Marcus Thuram, figlio di Lilian che ha mostrato un talento fuori dalla norma. Una squadra che sa quello che fa, attrezzata per competere su tutti i fronti con assoluta competitività, nella speranza di far tornare a gioire i propri tifosi, come accadeva negli anni 70, quando i Fohlen erano una delle squadre più temute d'Europa.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Come gioca il Borussia Monchengladbach di Rose

Il Borussia Monchengladbach di Marco Rose si schiera con un 4-3-3 intercambiabile. Tra i pali Yann Sommer è ormai un vecchio amico delle nostre Euroleghe, portiere esperto, utilizzato per chi decide di acquistare 3 portieri in rosa; difesa a 4 con Elvedi e Ginter centrali, una delle coppie più pericolose in zona goal dell'intero fantacalcio, a destra troviamo il pupillo Lainer, con Marco Rose anche ai tempi del Salisburgo, mentre a sinistra ecco Bensebaini. Nei match di cartello il tecnico tende a rischiare meno, specialmente contro gli attacchi a 3 punte, allora ecco proporre una difesa a 3 con Bensebaini sul centro sinistra con Wendt a tutta fascia, con Lainer o il neo arrivato (ad oggi out per un problema muscolare) ex Inter, Valentino Lazaro. Centrocampo che unisce tecnica e muscoli, con Zakaria (anche lui al momento fermo per infortunio) gigante recupera palloni che, all'occorrenza, sa come inserirsi e far male e Neuhaus mezzala cristallina con il goal nel sangue, così come Hofmann, centrocampista poco conosciuto ma estremamente efficace. Kramer sarà il dodicesimo uomo, buono per tutte le occasioni. L'ex campione del mondo (che tuttavia non ricorda e ricorderà mai di aver giocato quella finale contro l'Argentina per via dello scontro con Garay) è un centrocampista completo e maturo, eccellente in entrambe le fasi di gioco. In avanti ecco una girandola di nomi, ragazzi tutti importanti e determinanti, capaci di raggiungere la doppia cifra, pur non avendo il classico "posto fisso" da Stindl a Embolo, da Thuram a Hermmann, passando per la punta ex Nizza, Alassane Plea, sono tutti attaccanti rapidi, adatti al dialogo e al gioco collettivo. Arrivato Wolf dal Lipsia, la girandola aumenta sensibilmente, anche se Stindl, Thuram e lo stesso Plea, sembrano partire leggerermente più avanti rispetto ai compagni. Un Gladbach pronto al grande salto, voglioso di dimostrare che la Bundesliga non è solo Bayern Monaco e BVB.

Probabile Formazione Borussia Monchengladbach

Lineup Fantacalcio.it

Ballottaggi, rigoristi e tiratori Borussia MGladbach

Ballottaggi: Bensebaini/Wendt; Lainer/Lazaro; Zakaria/Kramer; Thuram/Hermmann; Stindl/Wolf; Plea/Embolo con Stindl al centro dell'attacco.

Rigoristi: Hoffmann, stindl, bensebaini.

Tiratori: Hoffmann, neuhaus, wendt.

Euroleghe, quali calciatori comprare del Borussia Monchengladbach?

Tra le maglie dei puledri troviamo giocatori di primo rango, ottimi per tornei a 10/12 squadre, che potrebbero fare la differenza ai fini del fantacalcio. Scopriamo chi sono.

Matthias Ginter

Difensore centrale solido ed esplosivo. Dopo il serio infortunio all'arcata orbitale, il tedesco è tornato pian piano ai suoi livelli. Attento, forte di testa e con il vizio del goal. Questa caratteristica lo accomuna con il suo compagno di reparto Elvedi, anche se Matthias in fase difensiva è decisamente di qualità superiore rispetto allo svizzero.

Florian Neuhaus

Centrocampista poco conosciuto ma dal rendimento da big. Neuhaus ha un senso dell'inserimento pazzesco, riesce ad andare in rete con frequenza e sa interpretare il ruolo da mezzala nel migliore dei modi. Lo prenderete a poco prezzo e questo non può che aumentare la sua appetibilità, oltre al fatto che potreste ritrovarvi con almeno mezza dozzina di goal in cascina.

Marcus Thuram

Il figlio d'arte è riuscito con le sue gambe ad avere credito nel mondo del calcio. Avrebbe potuto cominciare a giocare nella Juventus o in qualsiasi altro settore giovanile di squadra blasonate e invece Marcus ha iniziato dal Socaux, per poi passare al Guingamp ed infine arrivare al Monchengladbach dove, dopo un anno di apprendistato è subito riuscito ad arrivare in doppia cifra. Un colosso da 190cm capace di servire i compagni come un numero dieci, volare sulla fascia come un numero sette e presenziare l'area di rigore come un nove. Un attaccante completo insomma che ha davanti un grande futuro e noi non possiamo che vederlo crescere all'interno della nostra rosa.

Euroleghe, quali calciatori non comprare del Borussia Monchengladbach?

Nella squadra di Marco Rose ci sono alcuni calciatori che potrebbero non fare al caso nostro, anche se i loro nomi sono in orbita Euroleghe da anni.

Valentino Lazaro

Il suo nome sembra rimbalzare da una squadra ad un'altra come un flipper. Herta, Inter, Newcastle, ritorno all'Inter e ora Borussia M'Gladbach. L'esterno austriaco sembra essere passato da oggetto del desiderio a bidone in meno di 12 mesi, dove tra panchine, infortuni e partite anonime, ha perso sicurezza e quella spavalderia che lo ha fatto notare dagli scout importanti. Partita la stagione è subito out, inoltre avrà davanti un pupillo di Rose come Lainer. Il connazionale è un osso troppo duro da scalzare e siamo certi che per Lazaro non rimarranno che le briciole.

Hannes Wolf

Lo scorso anno al Lipsia non è riuscito a mettersi in mostra. Spesso infortunato, pochi spezzoni di gara, l'esterno della trequarti è forse uno dei pochi ad aver sofferto il passaggio dalla RedBull Salisburgo al Lipsia. Arriva al Gladbach in prestito, dal suo mentore Rose, nella speranza di ritrovare costanza, minutaggio e giocate. Il reparto è affollato e sinceramente se dovessimo scegliere qualcuno del Borussia, il suo nome sarebbe in fondo alla nostra lista.

Alassane Plea

Attaccante centrale come tanti altri in lista. Il francese sembrava dovesse diventare un centravanti importante dopo le ottime stagioni con il Nizza. Arrivato in Bundesliga non ha mai brillato a dovere e, da due anni a questa parte, con la concorrenza in avanti diventata spietata, ha visto calare minutaggio e goal. Cerchiamo altrove le nostre punte.