Da Ancelotti a Benitez. Dopo il decimo posto dello scorso anno, Carlo Ancelotti saluta e vola in Spagna dal suo vecchio amore. Impossibile dire di no ai Blancos, specialmente dopo i successi raggiunti insieme. La squadra, nonostante una classifica non esaltante ha dimostrato di avere solide basi, così i toffees si affidano ad un vecchio nemico che tanto male ha fatto nelle battaglie del Merseyside: Rafa Benitez. Un arrivo che ha messo in subbuglio i tifosi e la parte facinorosa del tifo con tanto di striscione minaccioso (sappiamo dove vivi, non firmare).
Benitez all'Everton. Un ex allenatore del Liverpool (e che Liverpool) che allena i toffees è un boccone duro da digerire, ma come spesso accade nel calcio, conta solo il verdetto del campo ed il rettangolo di gioco ha visto un Everton solido e tenace che con due vittorie ed un pareggio si trova dietro solo al Tottenham di Nuno Espirito Santo.
La squadra ha voglia di tornare in Europa ed i presupposti ci sono tutti. Organizzazione di squadra, difesa solida ed individualità fanno pensare che per i toffees sarà un'annata scoppiettante.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Come gioca l'Everton

L'Everton di Benitez si schiera con un 4-2-3-1 accorto ma penetrante. In porta l'estremo della Nazionale inglese Pickford è il titolare. Difesa con Digne a sinistra e Coleman a destra. I due sanno spingere e, nonostante un fisico minuto, hanno forza nelle gambe per contenere gli avversari. Godfrey potrebbe sostituire entrambi in caso di bisogno, mentre sulla destra Holgate e Kenny saranno valide alternative. Al centro Mina e Keane sembrano la coppia designata, con Holgate pronto al subentro. Godfrey resta un'opportunità. Al centro Doucoure garantisce muscoli e inserimenti senza palla, mentre Allan sarà la diga pronta ad estirpare palloni agli avversari e ripartire. André Gomes darà respiro ai due e geometrie. Sulla trequarti Gray sembra già aver conquistato il tecnico, così come il neo arrivato Townsend dal Crystal Palace. Iwobi sarà la prima opzione dalla panchina, difficilmente rimarrà fuori per 90 minuti. Richarlison a supporto di Calvert Lewin dovrà essere l'uomo degli strappi decisi, capace di cambiare l'inerzia del match in favore dei Toffees, con Calvert Lewin ormai bomber assoluto di questa squadra. Partito il colombiano James Rodriguez (pare non rientrasse nei piani del mister) sembra che la strategia del coach ex Liverpool e Napoli sia chiara, ad accendere la luce del Goodison Park dovrà essere il gruppo e non un solista. Seppur dalle indubbie qualità. Pagherà la strategia di Rafa? 

Everton, la Probabile Formazione

Lineup Fantacalcio.it

Euroleghe, i tiratori dell'Everton

RIGORI: C.Lewin, Richarlison, Townsend.

CALCI DI PUNIZIONE: Digne, Townsend, André Gomes.

CALCI D'ANGOLO: Digne, Townsend, André Gomes.

Euroleghe Fantacalcio: Guida all'Asta

PORTIERI:

 

PICKFORD

Estremo difensore inglese che ormai tutti conosciamo. Momenti di alti e bassi per lui nella sua carriera, nonostante qualche scivolone sparso qua e là nell'arco della stagione spesso porta a casa un buon voto in pagella. Preferibilmente da prendere in coppia con un altro portiere titolare.

BEGOVIC

In leghe numerosissime si può prendere in coppia con il primo, ma in leghe con un numero contenuto di giocatori ne sconsigliamo l'acquisto.

DIFENSORI:

 

DIGNE

 Una parentesi italiana, romana per la precisione, ha fatto sì che il terzino francese sia noto anche ai meno amanti del calcio estero. Terzino di spinta e temperamento, in grado di fornire cross al bacio per i compagni. Assist man.

GODFREY

Ancelotti aveva molta stima di questo centrale duttile, dalle grandi doti atletiche. Per lui più di 30 presenze e spesso da titolare. Con Benitez le cose sembrano essere cambiate. Quarta scelta per la zona centrale, all'occorrenza vice Coleman. Per lui sarà un'annata comunque difficile. Al Mantra il suo triplo ruolo (Dd; Dc; Ds) potrebbe aumentarne -di poco- l'appetibilità.

HOLGATE

Fisico e agilità per questo ragazzo che si è messo in mostra con Carlo Ancelotti alla guida della squadra. Benitez pare voglia affidargli le chiavi del centro difesa, ma all'occorrenza potrebbe anche scalare sulla destra per sostituire capitan Coleman. Duttile.

COLEMAN

Piccolo e sgusciante, l'irlandese sa spingere e dribblare grazie al suo passo rapido fatto di piccoli tocchi. Ultimamente il capitano viene fermato da piccoli acciacchi, occhio dunque a spendere più del necessario.

KEANE

Difensore centrale che fa della stazza il suo must. Imbattibile sulle palle aeree soffre gli attaccanti rapidi. Pericoloso in area avversaria sui calci piazzati, ogni cross potrebbe metterlo dentro. Per Benitez sembra imprescindibile e la cosa non può che farci piacere.

MINA

Difensore statuario, dalla forza fisica preponderante ma per certi versi gracilino. In campo sfrutta tutta la sua maestosità, sa come contenere gli avversari con le buone e con le cattive. Pericoloso grazie al suo stacco di testa in area avversaria, tende ad avere l'infortunio facile. 

KENNY

Terzino destro che spesso viene mandato in prestito per poi tornare alla base. Dovrebbe essere il vice Coleman, ma l'opzione Holgate dovrebbe relegarlo nuovamente a panchinaro fisso.

BRANTHWAITE

Centrale diciannovenne che difficilmente troverà spazio. 

CENTROCAMPISTI:

DOUCOURE

Centrocampista d'inserimento, grande fisico ma anche buona tecnica. L'ex Watford non è un giocatore qualsiasi e senza infortuni potrebbe divenire il vostro carroarmato di fiducia.

ALLAN

Fa sempre piacere rivedere vecchie conoscenze del nostro calcio. Il brasiliano è rimasto quel motorino inesauribile e ruba palloni di sempre. Così come non si è trasformato in un giocatore portatore di bonus. Per questo motivo non possiamo consigliarvi il suo acquisto, a meno che voi non soffriate di nostalgia.

ANDRE GOMES

Il portoghese è un calciatore tecnico, uno di quelli che può agire da mezzala di palleggio o trequartista compassato. Non ha colpi particolari, ma difficilmente sbaglia un passaggio. A noi non fa impazzire, ma se vi piacciono i calciatori belli da vedere...

IWOBI

L'esterno nigeriano è divenuto ormai il cambio di lusso di questo Everton. Difficilmente parte da titolare, ma altrettanto difficilmente non lo vedremo entrare in campo. Veloce, salta l'uomo, spesso manca di concretezza. Per lui pochi goal e pochissimi assist da 3 anni a questa parte. Lasciamo perdere.

TOWNSEND

L'ex numero dieci del Palace cambia maglia. Dopo alcune stagioni giocate a buon livello, l'esterno destro si è spento fino a perdere la certezza della maglia da titolare. Giusto cambiare dunque ed il gioco dei Toffees sembra esser fatto su misura per le sue caratteristiche. Già un assist per lui, potrebbe anche raggiungere la doppia cifra.

GRAY D

Anche per Gray il Goodison Park potrebbe divenire l'isola felice. L'esterno ex Leicester e Bayer Leverkusen ha già messo in mostra le doti da esterno pungente. Per lui due reti in 3 match, occhio che non si ferma più!

DAVIES T

Mediano davanti alla difesa, mezzala, terzino. Il ragazzo sa far tutto in modo diligente. Ha solo 23 anni ed è in prima squadra già dal lontano 2016, con più di 125 presenze in Premier all'attivo. Tuttavia un goal ogni 25 match sono un bottino troppo scarno per poterne valutare l'acquisto.

DELPH

L'ex pupillo di Guardiola passa ormai il suo tempo in infermeria. Acquistato per portare esperienza e duttilità alla causa, resta un corpo estraneo. Da evitare.

GBAMIN

L'ivoriano è uno dei calciatori più sfortunati degli ultimi tempi. Rottura del tendine d'Achille prima e subito dopo un infortunio al legamento collaterale del ginocchio lo hanno fermato per ben due stagioni. Tornato finalmente a giocare una partita in EFL non possiamo che essere felici per lui.

GORDON

Appena 20 anni e di lui molte squadre sono innamorate. Il ragazzo ha buona tecnica, gran tiro e sa come calciare i calci piazzati. Non per l'immediato futuro, ma segnatevi il suo nome.

ATTACCANTI:

 

RICHARLISON

Le sirene parigine (stranamente) non l'hanno portato a casa. Il brasiliano indosserà anche per questa stagione la maglia dell'Everton. Il suo profilo in molte leghe verrà sopravvalutato. Lo scorso anno per lui solo 7 reti, e sappiamo bene cosa deve fare l'attaccante sia nel calcio, che al fantacalcio. Molti alzeranno il suo prezzo ignari di ciò, voi sapete cosa fare.

CALVERT LEWIN

Dominic grazie ad un'ottima stagione ed alle sue doti da rapace d'area è riuscito a sbaragliare la concorrenza ed a guadagnarsi la convocazione ad Euro 2020. Dotato di un colpo di testa perentorio, riesce a sfruttare i precisi cross forniti dai compagni. Attaccante da 20 reti stagionali, potreste prenderlo senza sborsare una fortuna. Occasione.

RONDON

Il venezuelano torna in Premier dopo qualche anno in giro per il mondo. Punta centrale di razza, pur non avendo più lo spunto di un tempo, rimane un'ottima riserva per i minuti finali, quando C.Lewin dovrà riposare.

TOSUN

Tornato alla base dopo i vari prestiti, l'attaccante turco ha ormai perso ogni speranza di guadagnarsi una maglia da titolare. Davanti a sé un Calvert Lewin diventato bomber di razza. Per lui è forse giunto il momento di cambiare aria definitivamente.

Scommessa

DEMARAI GRAY
Tanto Leicester, poi l'esperienza invernale al Bayer Leverkusen e infine la nuova avventura in maglia Toffees. A 25 ann arriva forse nel posto giusto, al momento giusto. Esterno offensivo, si sposa perfettamente con modulo, ideali  sistema di gioco del mister. L'assenza di James gli ha subito dato l'opportunità di giocare dal primo minuto e il ragazzo l'ha sfruttata con prestazioni di qualità e due goal. Potrebbe superare la doppia cifra, fateci un pensierino. Demarai Gray, ottimo direi.

Antiscommessa

RICHARLISON 

Partito il colombiano James Rodriguez dobbiamo modificare la nostra antiscommessa. Così decidiamo di virare su un altro pezzo da 90 (sulla carta) come Richarlison. Il brasiliano ha talento e forza, ma spesso durante il match spreca le sue energie e non riesce a concretizzare. Inoltre, cosa fondamentale per noi che abbiamo bisogno di gente dal goal facile, non riesce con facilità a raggiungere la doppia cifra. Il suo nome è noto e potrebbe far alzare il prezzo del suo cartellino, ma a noi non importa e a qualsiasi cifra evitiamo la beffa.