Anche il Bayer Leverkusen così come è avvenuto per tutte le squadre della Bundesliga presenti in lista Euroleghe, ha cambiato allenatore, affidandosi allo svizzero Gerardo Seoane. Il nuovo tecnico delle aspirine arriva dallo Young Boys, squadra con la quale ha vinto gli ultimi tre campionati elvetici. Una squadra che cambia volto anche in campo, soprattutto in difesa, dove l'addio dei gemelli Bender, del croato Jedvaj e di Dragovic, rivoluziona l'assetto difensivo. In avanti la cessione di Bailey verrà ammortizzata dai tanti uomini della trequarti già presenti in rosa, mentre Patrick Schick, rivitalizzato da un Europeo giocato ad altissimi livelli, guiderà l'attacco del Bayer in attesa del ritorno di Alario. Nuova, squadra, nuove ambizioni e voglia di stupire. I nuovi arrivi (Kossounou e Adli su tutti) pare abbiano portato freschezza e sana concorrenza. In questo inizio di stagione le aspirine hanno già fatto vedere grandi cose e si candidano ad occupare le zone alte, altissime della classifica.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Come gioca il Bayer Leverkusen

La squadra di Gerardo Seoane si schiera con un 4-2-3-1 già visto da queste parti. In porta Hradecki ha dimostrato di essere una colonna imprescindibile per questo Bayer e che il calo della squadra della scorsa stagione sia coinciso con il suo infortunio non è un caso. Difesa a quattro con Bakker, giovane esterno sinistro arrivato dal PSG che nonostante la giovane età ha già esperienza da vendere. A destra Frimpong si è ben disimpegnato nella scorsa stagione e sarà lui il titolare di ruolo. Al centro il neo arrivato Kossounou ha già preso in mano la squadra, sfruttando anche l'indisponibilità di Tapsoba, affiancandosi a Jonathan Tah. I tre si alterneranno verosimilmente per tutto l'arco della stagione, contenendosi i due posti disponibili. La mediana a due con Baumgartliner ancora non al meglio per il problema al ginocchio, saranno Aranguiz, Demirbay e Palacios a contendersi una maglia da titolare, con gli ultimi due che potrebbero anche avanzare sulla linea della trequarti in caso di esigenza. Sull'asse avanzato Diaby sarà l'uomo che dovrà accendere la luce, capace a spostarsi su tutto il fronte d'attacco e regalare giocate importanti per la punta, così come il giovane talentino Wirtz e l'ormai affermato Amiri; entrambi possono svariare su tutta la trequarti e all'occorrenza, agire anche da mezzala in un centrocampo a tre. Bellarabi agirà sull'asse di destra, centrocampo a 4 o con i trequartisti a supporto di una punta, poco importa, mentre il redivivo Paulinho pare aver trovato la propria dimensione partendo da sinistra e lasciando dunque il ruolo da prima punta a Patrick Schick. Il ceco sembra aver acquisito la fiducia e la cattiveria che gli mancava e guiderà l'attacco delle aspirine, alternandosi con Lucas Alario, punta di tutto rispetto che dovrà recuperare dal problema muscolare e dal brutto infortunio di fine stagione. Occhio ad Adli, il ragazzino è un diamante da sgrezzare.

Bayer Leverkusen, la Probabile Formazione

Lineup Fantacalcio.it

Euroleghe, i tiratori del Bayer Leverkusen

 

RIGORI: Demirbay, Alario, Schick.

PUNIZIONI: Demirbay, Amiri, Bellarabi.

CALCI D'ANGOLO: Demirbay, Amiri, Bellarabi.

Euroleghe Fantacalcio: Guida all'Asta

PORTIERI:

 

HRADECKY

Portiere dalle grandi capacità, il finlandese infatti ha subito 26 gol in 25 presenze in Euroleghe, potrebbe essere un'ottima scelta. Con pochi crediti avrete un portiere di tutto rispetto.

LUNEV

Arrivato questa estate dallo Zenit per blindare la porta del Bayer dopo i disastri combinati da Grill a seguito dell'infortunio di Hradecky.  Un buon portiere, quasi un lusso come secondo.

LOMB

Lo scorso anno è stato chiamato in causa a seguito dell'infortunio di Hradecki e ai disastri combinati dal secondo portiere Grill. In questa stagione, salvo imprevisti, tornerà quieto in panca per tutta la stagione.
 

 

DIFENSORI:

 

RETSOS

Capace di agire su tutto il fronte difensivo gli infortuni lo hanno stroncato per varie stagioni di fila. Nel Mantra un jolly interessante che tuttavia troverà poco spazio. Al momento non c'è un vice Frimpong sulla destra, se proprio volete avventurarvi, acquistatelo insieme ai compagni di reparto.

TAH

Centrale titolare ormai da parecchie stagioni. Forte fisicamente, bravo sull'uomo e sui palloni alti, a volte in difficoltà nel difendere di reparto. Un discreto difensore dunque che al fantacalcio però non risulta essere molto appetibile. Pochi bonus e qualche svarione di troppo, fanno del roccioso Dc delle aspirine un giocatore di cui non ci si può fidare.

BAKKER

L'ex PSG approda in Germania in cerca di minutaggio e fiducia. Un minutaggio che già sembra aver fatto crescere il classe 2000 olandese che in questo inizio di stagione pare essere entrato già in modo prepotente nei meccanismi di squadra. L'anno precedente ha regalato un solo assist (a Moise Kean per il suo primo gol in maglia parigina). Assist che in sole tre partite ha già sfornato in questo inizio di stagione (procurando l'autogoal di Sommer nel 4 a 0 vs il Gladbach) se chi ben comincia è a metà dell'opera, il giovane Bakker avrà tanto ancora da farci vedere.

KOSSOUNOU

Arriva dal Bruges questo ragazzo ivoriano classe 2002 che ha già preso in mano le redini della difesa. Una forza della natura, sa tenere botta con qualsiasi prima punta, rapido e bravo nelle uscite palla al piede (a volte si concede qualche sgroppata di troppo). Il profilo ci piace e se dovessimo avere qualche slot libero, il suo nome sarebbe gradito.

TAPSOBA

Colpito da un infortunio alla caviglia che gli ha provocato la rottura del legamento, ha dovuto saltare tutta la prima parte della stagione. Nel frattempo la coppia centrale formata da Tah e Kossounou sembra funzionare a meraviglia e quando tornerà per lui sarà dura riprendersi il posto da titolare. Difensore forte di testa, lunghe leve, buon tocco di palla, ma spesso distratto. Lo scorso anno non ha brillato. Incertezza.

SINKGRAVEN

Terzino sinistro di media fattura. Spinge e difende senza infamia e senza lode. L'arrivo di Bakker pare avergli tolto l'unica cosa che avrebbe potuto far propendere per un suo acquisto: la titolarità. Da prendere insieme al compagno olandese sia nel Classic che nel Mantra o si sprecherebbe uno slot.

FOSU-MENSAH

Il terzino ex Manchester United sarebbe anche un profilo interessante. Purtroppo per lui gli infortuni sembrano non volerlo abbandonare. Lo scorso Marzo per lui la rottura del legamento del ginocchio che lo ha tenuto fuori anche in questo inizio di stagione. Difficilmente quando tornerà riuscirà a scalzare dal ruolo di titolare il compagno Frimpong.

FRIMPONG

Lo scorso anno è servito per prendere le misure. Arrivato dal Celtic nel mercato invernale, l'olandese ha collezionato una decina di presenze di discreta fattura. Ha fatto vedere le sue doti da stantuffo inesauribile di fascia ed anche qualche lacuna sul piano difensivo. Quest'anno è già partito alla grande, con buone prestazioni e un assist per il compagno di fascia Diaby. Non ha il goal nel sangue, ma probabilmente lo vedrete più nella metà campo avversaria rispetto che nella propria. Per completare il reparto o la rotazione dei Dd al Mantra, perché no. 

HINCAPIE

Difensore centrale sudamericano, spesso accostato al Napoli, arriva al Leverkusen per donare al tecnico Seoane un'alternativa ai centrali difensivi, molto più impostati fisicamente e meno marcatori puri. l'ecuadoregno è un calciatore rude, spesso avventato, ma molto efficace. Sa come mettere paura all'avversario anche se in carriera non si registrano cartellini rossi, segno evidente che il ragazzo sa scegliere il tempo giusto dell'intervento. Classe 2002, da prendere in coppia con un titolare o rischiereste di occupare uno slot inutilmente. Noi eviteremmo. 

CENTROCAMPISTI:

 

DEMIRBAY

Numero dieci e leader della squadra, il tedesco ha grinta e carattere da vendere. Ottimo lancio, gran tiro da fuori, i calci piazzati sono spesso roba sua. Un centrocampista che nel corso della stagione potrebbe avanzare la sua posizione agendo da trequartista, skill che potrebbe invogliarci nell'investire qualche credito per il suo acquisto.


AMIRI

Il suo goal di tacco vs l'Eintracht è una delle magie che vedrete in Euroleghe. Un goal che mette in mostra tutte le doti tecniche di questo ragazzo, capace di giocare su tutto il fronte del centrocampo e della trequarti. Più assist man che goleador (5 assist e 2 goal per lui) dovrà sudare ogni giornata per meritarsi la maglia da titolare. Nel Mantra un vero e proprio jolly (C-W-T) che potrebbe far gola anche in leghe non numerosissime.


BAUMGARTLINER

Giocatore di spessore, vero metronomo del centrocampo che vede la porta. Purtroppo nel momento migliore della sua carriera il brutto infortunio al ginocchio lo ha messo ko. Tornare al pieno della forma dopo infortuni simili è sempre un rebus di difficile comprensione e per questo, nonostante il calciatore sia un profilo valido, specialmente al Mantra come M, aspetteremmo il suo pieno recupero prima di imbatterci in situazioni spiacevoli.


ARANGUIZ

Rinuncerà alla fascia da capitano, lasciata da Lars Bender, fascia che andrà al portiere Hradecky, una scelta che inizialmente aveva fatto pensare ad una sua cessione, ma per Charles era solo una forma di rispetto nei confronti di compagni ben più esperti. Al fantacalcio però non è un profilo interessante, molto più bravo in fase difensiva che in zona goal. Meglio lasciare il cileno tra gli svincolati.

PALACIOS

Lo scorso anno sembrava avesse trovato finalmente un posto importante all'interno della squadra, ma un brutto scontro vs l'attaccante paraguaiano Angel Rodrigo Romero durante un match in Nazionale lo ha messo ko per 3 mesi, procurandogli la frattura di tre vertebre. Adesso è tornato in piena forma e da vincitore della Copa America e merita la giusta considerazione. Ragazzo che vede la porta, il tecnico svizzero lo sta utilizzando da centrale di centrocampo accanto ad Aranguiz, non certo il massimo per chi gioca al Fantacalcio, ma è pur sempre un modo per scendere in campo. Acquistarlo? L'infortunio è dietro l'angolo, nel caso non superate il prezzo di costo.


WIRTZ

Prospetto giovanissimo, appena 18 anni, sa già come far male alle difese avversarie. Trequartista, esterno in un 4-2-3-1 sotto la punta ed all'occorrenza anche mezzala offensiva, quest'anno il suo ruolo Classic cambia, passando da attaccante a centrocampista, mentre nel Mantra sarà una W-T di tutto rispetto. Questo cambio di ruolo, merito della sua evoluzione nel gioco, lo rende decisamente più appetibile ed il suo nome adesso potrà essere inserito anche tra i quattro centrocampisti titolari della vostra rosa. Non sarà Reus, ma il ragazzo ha stoffa.

ANDRICH

Arriva dall'Union Berlino dopo una stagione formidabile questo 26enne tedesco che sembra avere tutte le armi per essere un centrocampista importante. Tiro da fuori, inserimento, grande corsa e bravo nelle due fasi, il tecnico Seoane lo sta pian piano inserendo negli schemi di gioco, garantendogli minutaggio. Se dovesse guadagnare un posto da titolare è una di quelle scommesse che ci piacerebbe avere in rosa. 5 goal in canna e tanti bei voti.

BELLARABI

Esterno destro prettamente offensivo che sa giocare al calcio. Al fantacalcio però non è una pedina interessante. Lo scorso anno neanche un bonus per lui in 14 partite giocate alle Euroleghe. Non pretendiamo che i nostri centrocampisti, specie da ultimi slot, siano dei bomber da doppia cifra, ma sicuramente in giro troveremo di meglio.

ATTACCANTI:

 

PAULINHO

Una stagione mai iniziata quella dello scorso anno per l'attaccante brasiliano, a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio. Tornato sul finire del torneo, non è sceso in campo per non rischiare inutili ricadute. Quest'anno è ripartito ed il tecnico Seoane lo sta provando, con discreti risultati, da esterno di sinistra dell'attacco. L'I'inizio di stagione sembra dar ragione al tecnico, ma a noi l'esperimento ancora non convince.


ALARIO

Partito Volland per lui lo scorso anno doveva essere l'anno della rinascita, diventando la punta titolare delle aspirine. 11 goal in 19 presenze -in Euroleghe- ci dicono che Lucas resta un profilo interessante, anche se i ripetuti infortuni e l'esplosione di Schick potrebbero farlo tornare l'attaccante da gara in corso. A noi poco importa, visto che i numeri da bomber di scorta erano più o meno gli stessi di quando è sceso in campo da titolare, ma la sua tenuta fisica resta una incognita che non ci permette di spendere più del suo prezzo base.


SCHICK

Il goal da centrocampo con la maglia della Repubblica Ceca a Euro 2020 potrebbe essere per Patrick Schick uno sliding doors non da poco. Da quel momento sembra che il ceco abbia ritrovato la fiducia che troppo spesso gli è mancata. Capocannoniere di Euro 2020 insieme a CR7 con 5 marcature, lo scorso anno per lui 8 reti in stagione Euroleghe e già a segno in questa in corso. Numeri e segnali che fanno pensare che questo potrebbe essere l'anno giusto. Come riserva nella vostra squadra può essere uno slot ben sfruttato, con licenza di sognare.


POHJANPALO

Il finlandese si è fatto conoscere anche dai meno appassionati del calcio estero grazie ad ottime prestazioni e goal ad Euro 2020. Chi non lo conosceva da prima riconoscerà il suo nome per il suo gol siglato con la maglia della Finlandia a Euro 2020. Tornato al Leverkusen dopo il prestito all'Union Berlino, dove in 19 presenze ha collezionato 6 reti. Prima punta che sa come metterla dentro, ma qui la concorrenza è folta ed agguerrita. Zero rischi.


DIABY

Fresco di convocazione con la nazionale francese il giovane esterno ha talento da vendere e  lo ha dimostrato con giocate di classe, progressioni palla al piede e soprattutto con la sua dote migliore: l'assist. Per lui lo scorso anno ben 8 i cioccolatini da scartare per i compagni e quest'anno sembra voler migliorare anche il suo score personale. Da prendere come A da inserire nelle rotazioni del vostro attacco a 3 nel Mantra, al Classic il suo appeal cala leggermente. 

ADLI

Talentino prelevato dal Tolosa al suo primo campionato in massima serie. Per strapparlo alle grinfie di club più accreditati il Leverkusen ha dovuto strappare una cifra importante per un classe 2000. Il ragazzo è un esterno d'attacco terribile, imprendibile nell'uno vs uno e nei cambi di direzione. Ha già esordito con la maglia del Bayer, prendendo un legno clamoroso a seguito di una azione prorompente, se saprà incanalare le sue doti da fromboliere, concretizzando ogni azione, potremmo aver davanti un futuro crack.
 

Scommessa

FLORIAN WIRTZ

Il giovane trequartista è ormai una realtà del calcio tedesco nonostante abbia solo 18 anni. Il suo primo goal in Bundesliga risale ormai a 3 stagioni fa e lo scorso anno è stato un punto fermo della squadra con ben 29 presenze condite da 5 goal e 6 assist. Quest'anno ha già messo il suo personale sigillo, con un goal e due assist. Sembrava dovesse partire, invece ha rinnovato il contratto, voglioso di diventare un punto fermo della squadra. Ha giocate importanti e se non si perde per strada potrebbe diventare uno dei fenomeni degli anni a venire.

Antiscommessa

 

EDMOND TAPSOBA

Con l'infortunio al legamento della caviglia e il conseguente arrivo di Kossounou potrebbe aver perso il posto da titolare. Dopo una stagione non memorabile, fatta di tanti errori (personali e di reparto) il difensore centrale non  risulta essere quella certezza su cui puntare ad occhi chiusi. Acquistarlo significherebbe avere in rosa un giocatore che potrebbbe non vedere il campo con frequenza.