Per completare il tridente anomalo dell'albero di Natale Iago è perfetto. Lo ha pensato subito Pippo Inzaghi e lo ha confidato a Pasquale Foggia. Il Benevento si tiene il blocco storico che ha stravinto il campionato di B, ma rifà il look all'attacco adeguandolo al nuovo torneo di Serie A. L'ultimo tassello da inserire è proprio l'attaccante galiziano, un colpo da novanta per una matricola come il Benevento. Foggia ha dovuto lavorarci molto, sia per convincere il giocatore, che per avere condizioni accettabili dal Toro. Ora la trattativa è ai dettagli.

Benevento, ecco Iago Falque

Iago Falque si è convinto. In granata non sembra avere più futuro, Giampaolo chiude il vertice offensivo con un trequartista centrale e due attaccanti e per Iago lì sembra non esserci più spazio. E' invece perfetto nel 4-3-2-1 di Pippo Inzaghi, che lo schiererebbe a destra, a piede invertito ovviamente, lui che è un mancino naturale.

Iago Falque, addio amaro con il Torino

Il suo rapporto con il Toro ultimamente si era andato deteriorando: già due stagioni fa in estate il suo nome fu al centro di voci di cessione, poi restò e nessuno se ne pentì. L'anno scorso, complice qualche infortunio, a gennaio fu sbolognato al Genoa, dove aveva già giocato nel 2014/15. Ma la seconda avventura sotto la Lanterna non gli ha riservato molte soddisfazioni. E' auspicabile dunque che il suo rilancio passi per la squadra allenata da Pippo Inzaghi, dove c’è il vecchio amico Glik.

Iago Falque riparte dal Benevento (Getty Images)
Iago Falque riparte dal Benevento (Getty Images)