SHARE

Calciomercato Sampdoria, Praet va alla Juventus. In arrivo Romulo, Mandragora e Ceccherini

ANCHE TORREIRA DOVREBBE PARTIRE DA GENOVA, INSIEME A Bereszynski


|

Controsorpasso della Juventus per Dennis Praet. Il 24enne belga, per il quale Marotta s'era mosso già lo scorso inverno, sembrava ad un passo dalla Roma, che invece ha mollato il colpo. La Juventus, che potrebbe salutare sia Khedira che Marchisio (tentati rispettivamente da Premier e MLS), formalizzerà l'arrivo di Emre Can nei prossimi giorni, e poi si dedicherà a chiudere per l'ex Anderlecht, cresciuto a dismisura soprattutto nell'ultima stagione (1 gol e 2 assist in 32 presenze ). 

A lasciare Genova, sempre tramite la clausola, sarà anche Torreira, che piace alla Roma, all'Inter e al Napoli: per questo nell'affare Praet con la Juventus potrebbe rientrare anche il cartellino di Mandragora, già trattato col Genoa nell'ambito dell'affare Perin. Alla corte di Preziosi, invece, potrebbe alfine andare Sturaro

La clausola rescissoria di Praet è pari a 28 milioni, che quasi per metà verrebbero colmati inserendo Mandragora. Il resto verrà investito per acquisire l'erede di Ferrari, destinato a tornare al Sassuolo: la Sampdoria lo riscatterebbe volentieri ma, con un Andersen in rampa di lancio, l'obiettivo è ridurre le cifre concordate (13 milioni), ed arrivare sotto i 10. Altrimenti ci si sposterà su un altro che a Crotone ha fatto benissimo come Ceccherini, valutato tra i 4 e i 5, e destinato a lasciare la Calabria dopo la retrocessione. L'alternativa resta Colley del Genk, già trattato lo scorso anno. Il primo a partire, in ogni caso, potrebbe essere Praet, che con la Juventus ha già concordato un quinquennale.   

Dopo l'addio di Sarri, si è interrotta la trattativa col Napoli per Bereszynski, che però vorrebbe comunque andare via: in caso di cessione (piace anche alla Roma e in Inghilterra) è pronto l'assalto a Romulo, che già è stato contattato anche dal Parma e dal Torinoi. Anche lui, come Ceccherini, non vorrebbe proseguire in B. Ha un contratto in scadenza 2019, e può venire via con 3 milioni di euro.