Keita Baldé e Antonio Candreva sono entrambi a un passo dalla Sampdoria. Il doppio colpo dei blucerchiati è servito: Ranieri sta per accogliere rinforzi di spessore per il proprio centrocampo e per l'attacco. E se il senegalese è ormai preso e in arrivo in città, presto anche l'altro ex esterno della Lazio potrebbe raggiungerlo e firmare il contratto col club ligure.

SKY-VIDEO
Contenuto non disponibile

Keita e Candreva alla Sampdoria

Su Keita c'è già stato l'annuncio chiaro e palese da parte del presidente Massimo Ferrero, virtualmente il giocatore è già della Sampdoria, mancano soltanto visite mediche, firma e relativo annuncio. L'operazione col Monaco, proprietario del suo cartellino, si chiuderà in prestito con diritto di riscatto fissato a poco meno di 15 milioni di euro. Fumata bianca praticamente arrivata anche per Candreva: all'Inter andrà una sorta di indennizzo da 3 milioni di euro, mentre al giocatore un contratto di tre anni a 4.5 milioni di euro a stagione. Insomma, cifre importanti che cambiano marcia e volto alla sessione estiva dei blucerchiati, all'assetto tattico e allo schieramento di base.

Come cambia la Sampdoria con Keita e Candreva?

A questo punto la domanda sorge spontanea: come giocherà la Sampdoria con Keita e Candreva? Claudio Ranieri ha le idee chiare: un posto nel reparto d'attacco è per lo spagnolo ex Lazio e Inter, da seconda punta o anche da prima. Il mister blucerchiato non ha scartato neanche l'ipotesi esterno a centrocampo, dove però lo stesso Candreva farebbe la parte del leone. Fortemente in bilico, a questo punto, la situazione e il futuro di Gaston Ramirez: da valutare la sua permanenza a Genova. Col 4-4-2 anche Depaoli perderebbe il posto a destra, occhio alle gerarchie offensive con Gabbiadini e Bonazzoli penalizzati proprio dall'arrivo di Keita, candidato numero uno ad affiancare capitan Quagliarella.

Keita e Candreva (Getty)
Keita e Candreva (Getty)