Sarri-Lazio, prove di rinnovo. Un altro vertice si è consumato per pianificare la prossima stagione e porre le basi per la sottoscrizione di un nuovo e più lungo accordo. Ieri sera a Formello Maurizio Sarri e Claudio Lotito sono tornati a parlarsi, a distanza di quasi un mese dal precedente incontro che il tecnico aveva poi definito "introduttivo". Come riferito dalla "Gazzetta dello Sport", quello di ieri sera è stato invece molto più concreto e promettente. Si è parlato soprattutto di mercato, delle scelte da fare, dei buchi in organico da colmare. Il discorso prolungamento contrattuale è invece rimasto sullo sfondo, perché se prima non sarà fatta piena chiarezza sulla programmazione tecnica relativa alla prossima stagione è inutile parlare di nuovo contratto. Anche perché l’attuale contratto dell’allenatore scade nel 2023 e non c’è quindi un’urgenza assoluta di siglare subito una nuova intesa.

Sarri chiede garanzie alla Lazio

Le questioni aperte sono innumerevoli. Per scelta e per necessità la Lazio dovrà infatti fare una vera e propria rivoluzione sul prossimo mercato. Si vuole regalare a Sarri una rosa composta da giocatori più adatti al suo tipo di calcio. L’organico va ringiovanito, andranno via almeno 3-4 elementi che sono in scadenza di contratto. Tra questi sicuramente ci saranno gli addii Luiz Felipe, Strakosha e Leiva, in dubbio c’è pure Radu, mentre per Patric si sono aperti spiragli importanti per il rinnovo (allo spagnolo sarebbe stato offerto un quadriennale da 1,2 milioni l’anno: il sì potrebbe arrivare a breve). Dal punto di vista delle garanzie che il tecnico chiede, la conferma di Patric sarebbe un’ottima base di partenza. E Sarri lo ha detto chiaramente a Lotito ieri sera. Il tecnico vuole avere voce in capitolo sulle scelte di mercato che saranno effettuate. Questo è stato il nodo cruciale della serata. Sembra che sul punto le parti abbiano raggiunto un’intesa di massima.

Lazio, quando rinnova Sarri?

Il prolungamento contrattuale fino al 2025 per adesso resterà in sospeso. Se ne riparlerà nelle prossime settimane, quando magari almeno qualcuna di queste operazioni pianificate saranno portate a termine. Lotito aveva annunciato già a Natale il nuovo accordo, che poi è rimasto in sospeso. Ma la settimana scorsa ha ribadito che c’è tutta la volontà di prolungare l’accordo col tecnico. Sarri, dal canto suo, pur essendo rimasto spiazzato dal "ripensamento" di Lotito dopo Natale, è attratto dall’idea di proseguire a lungo la sua esperienza in biancoceleste (lo ha ripetuto più volte). Una prospettiva che dopo il vertice di ieri sera è molto più concreta. Ma adesso sarà fondamentale dare il via alle operazioni di mercato concordate.

Sarri (Getty)
Sarri (Getty)