SHARE

Calciomercato Atalanta, per ora è un no al Boca per Palomino. Rigoni, addio al fantacalcio già consumato

i due argentini richiesti da angelici: non facili, come operazioni


|

C'è un'offerta in arrivo dall'Argentina per Luis Palomino. Il Boca Juniors ha difatti ceduto Magallan e Balerdi e ha deciso di rinforzarsi con almeno un difensore di livello, e per questo ha contattato l'Atalanta per l'argentino. Il "messaggero", spiegano in patria, è Nicolás Burdisso, nuovo uomo mercato degli xeneizes, che si è recato a Bergamo per provare a chiudere l'operazione.

L'offerta, per ora, si ferma però a quota 6 milioni di euro. Ancora pochi, per la Dea, che lo pagò circa 4 e ora lo valuta almeno 10.

Offerta, quindi, almeno per ora rispedita al mittente. Più facile arrivare semmai all'altro (ex) atalantino Rigoni, che sta per tornare allo Zenit dopo il fallimentare prestito in A: offerti cinque milioni di dollari per la metà del cartellino e decisione demandata non solo all'allenatore dello Zenit, Sergei Semak, che lo rivaluterà, ma anche alla FIFA, che dovrà valutare se si tratterebbe di terza squadra stagionale per lui o meno. Avendo già giocato con Zenit e Atalanta, dall'argentina, essendo conclusa la stagione, vorrebbero giocare sulla differenza tra le date di chiusura diversificate.

Zenit o Argentina, l'addio al fantacalcio s'è già sostanzialmente consumato: Rigoni è rimasto in Argentina in permesso, in attesa di sapere dalla Russia dove concluderà il 2018-2019.