A tutta forza su Callejon nel dopo (eventuale) Chiesa, con Deulofeu a seguire se l’assalto allo spagnolo ex Napoli non dovesse andare a buon fine: comunque vada, trattative per niente banali a cominciare dall’aspetto economico, ecco perché la linea di demarcazione che chiude il mercato viola è più vicina rispetto a quella ufficiale di lunedì 5. 

Fiorentina, Callejon il sostituto di Chiesa

Se Chiesa alla fine lascia Firenze, il sostituito individuato che si prenderà la fascia è José Maria Callejon. Decisione presa e condivisa che consentirebbe a Iachini di non modificare per niente o in maniera davvero limitata lo schieramento che predilige, ovvero il 3-5-2 con correzioni annesse e connesse in base alle esigenze. E Callejon appunto è l’elemento ideale, perché garantisce tanta qualità, ha esperienza, ha corsa e assist nel repertorio, ha attitudine alle gare che contano, insomma sarebbe il rinforzo ad hoc e non c’è nemmeno l’ostacolo del cartellino. Però, serve lo stesso che scenda dai 3 milioni di euro a stagione chiesti per il biennale. Quanto a Deulofeu, caratteristiche le sue più da punta, ma il “sacrificio” tattico sarebbe ben accetto: mirino sull’ex Milan e Barcellona solo se Callejon non si fa. 

Callejon sostituto di Chiesa alla Fiorentina (Getty Images)
Callejon sostituto di Chiesa alla Fiorentina (Getty Images)