Meno quattro. Quattro giorni ancora prima del gong di lunedì, ultimo atto di un mercato che per il Napoli sarà di certo frenetico considerando la necessità assoluta di cedere. Di vendere. Di sfoltire: la priorità è questa, non si scappa. E se da un lato si continuano a registrare movimenti cruciali intorno a Milik, ai margini da tempo e sempre sul taccuino di Tottenham, Psg e Atletico Madrid, dall’altro qualcosa si muove anche sul fronte chiamato Llorente, corteggiato dallo Spezia e dall’Elche (in vantaggio).

Napoli, Bakayoko ritrova Gattuso

Cessioni in copertina, insomma, eppure l’ultima fase degli affari del calcio potrebbe anche regalare un colpo a sorpresa. Un acquisto a centrocampo, per la precisione: e dopo Matias Vecino, nome gradito e in uscita dall’Inter, al club azzurro è stato proposto un altro profilo: Tiemoué Bakayoko, gigante francese che il Chelsea ha messo in vetrina da un po’. E che Gattuso ha già allenato ai tempi del Milan. 

Napoli-Bakayoko, colpo a sorpresa?

E allora, quattro giorni all’alba. Alla fine di un romanzo di cui non è ancora chiaro il finale e che forse potrebbe anche arricchirsi di un colpo di scena. Già: perché un eventuale acquisto avrebbe questo sapore, considerando la premessa e dunque la priorità assoluta di cedere tutti gli elementi fuori dal progetto o magari al centro di situazioni contrattuali complesse. Fatto sta che dopo aver parlato con l’Inter di Vecino, e dopo aver rallentato la trattativa sia perché il giocatore rientrerà in campo a novembre sia per divergenza di vedute sulla formula, al ds Giuntoli è stato proposto Bakayoko. Parigino di origini ivoriane, 26 anni, l’ex centrocampista del Milan di Gattuso è in uscita dal Chelsea: esperienza internazionale, muscoli e centimetri (196) sono quelli giusti, certo, ma i costi dell’operazione non sono esattamente contenuti. Si vedrà. 

Bakayoko offerto al Napoli (Getty Images)
Bakayoko offerto al Napoli (Getty Images)