SHARE

Stefano Denswil, Bologna. Consigli Fantacalcio: perché comprarlo... e perché no

CAMBIA LA SERIE A: LA PRESENTAZIONE DI OGNI ACQUISTO, LA SUA STORIA, LA FANTASCHEDA, LE STATISTICHE ED I FANTACONSIGLI INDISPENSABILI IN SEDE D'ASTA


|

CHI È DENSWIL

Per trovare il sostituto di Lyanco il Bologna è andato in Belgio e ha prelevato un difensore olandese, paesi verso i quali il club felsineo ha mostra una predilezione in questa sessione di mercato. Stefàno (con l'accento sulla a) Denswil, classe 1993 e originario del Suriname, entra nelle giovanili dell'Ajax a 8 anni facendo poi tutta la trafila fino all'esordio in prima squadra in Coppa d'Olanda il 31 ottobre 2012. L'anno dopo fa il suo esordio anche in Champions e chiude la sua esperienza con i lancieri nel gennaio 2015, quando lo acquista il Club Brugge. In 4 anni e mezzo in Belgio Denswil contribuisce da titolare pressoché inamovibile a conquistare due titoli nazionali (che si aggiungono nel palmares personale a due titoli olandesi) e 1 Coppa del Belgio. Al Bologna avrà il compito di non far rimpiangere Lyanco, che nei 6 mesi in rossoblu ha fatto benissimo: di sicuro all'olandese non mancano stazza (188 cm per 81 kg), determinazione, bravura tecnica ed esperienza. Intanto ha preso la #4, quella che aveva il brasiliano, e si è presentato in conferenza stampa loquace ed ironico al punto giusto. Nuovo beniamino dei tifosi?

IL RUOLO - Difensore centrale, dal momento che è mancino si trova più a suo agio sul centro-sinistra.Di recente ha giocato anche talvolta da terzino sempre sinistro e per questo può essere un'opzione in situazione di emergenza.

PERCHÈ PRENDERLO AL FANTACALCIO - Perché è altamente probabile che parta titolare e questo per un difensore non è affatto poco. In più ha tutto per garantire un buon rendimento e in carriera ha sempre contenuto il numero di cartellini gialli presi (48 in 280 partite nei club); ha discrete abilità nei calci da fermo e potrebbe essere un'opzione, seppur non primaria, per la squadra; infine l'integrità fisica fin qui è stata eccellente. Può essere un'ottima soluzione per avere un difensore a basso costo ma di garanzia come quarta/quinta scelta.

... E PERCHÈ NO - Diciamo subito che la bilancia pesa molto di più sul Sì. Possiamo ipotizzare comunque che l'ambientamento nel nostro calcio possa richiedere più tempo del previsto, facendogli prendere un numero alto di insufficienze. Il basso numero di bonus che porta potrebbe poi far optare per altri difensori più fantacalcisticamente sostanziosi ed infine c'è da capire se la preparazione "all'italiana" possa renderlo più fragile fisicamente. Se poi siete Enzo Miccio potreste avere da ridire sulla scelta delle sue camicie.

STATISTICHE - 280 partite giocate in carriera con 18 gol segnati e - secondo i dati trasnfermarkt - 8 assist. Non è un difensore avvezzo al gol, dunque, ma come detto non ha il cartellino facile. E poi c'è un altro dato da tenere in considerazione: di quelle 280 gare, 30 sono state disputate in coppe europee tra Champions ed Europa League. È un numero che nessuno nella rosa del Bologna ha, neppure Danilo o Palacio (non considerando le presenze nelle coppe sudamericane). Significa che il suo bagaglio di esperienza, unito alle sue qualità, è sufficientemente elevato per poter essere un leader tecnico della squadra.

LA FANTASCHEDA

VALORE ASSOLUTO DEL CALCIATORE: 3/5

VALORE FANTACALCISTICO DELL'ACQUISTO: 4/5

CONTINUITA': 3,5/5

POTENZIALE TITOLARITA': 4,5/5

RESISTENZA AGLI INFORTUNI: 4/5

TENDENZA AL BONUS IN PROPORZIONE AL RUOLO: 2,5/5


Ti è piaciuto questo articolo? Dillo ai tuoi amici!