Il Fantacalcio del Granducato di Santa Marina si caratterizza ormai da un decennio per i suoi personaggi pittoreschi e vulcanici che anno dopo anno sin dal giorno dell'asta cercano di superare anche a suon di battute le squadre rivali. Siamo 20 partecipanti e con sei di questo gruppo a fine campionato consumiamo una vera e propria scommessa, cioè le ultime due squadre pagano la cena alle altre quattro.

Questa domenica, oltre alla partita di campionato con Marco, diretto concorrente della scommessa, mi giocavo anche il ritorno di coppa con una squadra che Vito sosteneva più che mai, dopo essere stato cacciato ai gironi, solo per peggior punteggio totale essendo arrivato a 10 punti come me nei scontri diretti.

Vito, Marco e Graziano (altro personaggio pittoresco e dall'indole fumantina) dopo la conferenza di Pirlo di sabato mattina già esultavano per la non convocazione per infortunio di Ronaldo e pregustavano la mia sconfitta dopo due mesi in campionato e l'uscita dalla coppa sostenendo che "la polverina magica fosse finita".

In realtà fino a sabato pomeriggio la polverina magica sembrava davvero finita dopo le insufficienze degli anticipi e le tre reti subite da Reina, quando all'improvviso nel giro di pochi minuti Svanberg (5 reti finora, più di Shomourodov, Cornelius, Zirkzee e Defrel giusto per citare alcuni attaccanti dei gufi) ribalta una grigia domenica con la sua doppietta e mi permette di battere Marco 1 a 0 e di accedere in semifinale con dedica speciale a chi sabato mattina aveva già prematuramente sentenziato  la 31esima giornata di campionato.

Gianluca - La mia Lega Fantacalcio