È una noiosa domenica d’autunno, ed io, interista DOC, sono già depresso per il pareggio dell’Inter. Solo il fantacalcio puó risollevarmi la giornata. La mia punta di diamante lukaku è assente da due partite e non mi rimane altro che puntare sul trio Quagliarella, Insigne e Ribery. Già il giorno antecedente la mia sorpresa Augello decide di farsi espellere, con conseguente 3.5 in pagella mentre Quagliarella si appresta a prendere la solita insufficenza.

Gol di Caicedo e il mio avversario vola spedito verso i 70 punti mentre io continuo a vedere fioccare le insufficienze nella mia squadra. Solo i soliti noti si salvano: De Paul, Luis Alberto, Muldur e stranamente Sportiello. Sono le 6 e pure Insigne gioca male, una brutta prestazione e un 5.5 in pagella meritato MA all’improvviso gol di Koulibaly, salto dalla gioia e mi alzo dal divano per andare a prendere l’acqua in frigorifero, torno in salotto e mio padre mi annuncia, quasi divertito, che la var aveva appena annullato il gol del senegalese.

Torno nel mio sconforto, ormai la sconfitta era scritta, mi mancava solo un giocatore e avevo solamente 59 punti.

Quel giocatore era peró Zaccagni.

Il mio avversario fortunatamente si ferma a 69 punti e il mio trequartista del Verona inizia la partita splendidamente, sembra quasi di veder giocare Riquelme.

Rimpallo al limite dell’area, tiro al volo di Zaccagni, deviazione e rete! Salto in piedi e urlo il suo nome come uno speaker da stadio e inizio a vedere più che un misero pareggio, vedo vicini i mitici 70 punti. Ma all’improvviso, come qualche ora prima, la triste notizia, è stato dato autogol a Calabria.

Rimango lì sul filo del rasoio, se Zaccagni avesse mantenuto il 7 sarei riuscito a pareggiare e dopo 90 minuti di sofferenza è stato proprio così. Faccio 66 punti, il mio avversario 69 e pareggio 1-1 ma è un pari che profuma di vittoria.

Sono riuscito a limitare i danni nel momento in cui il virus e gli infortuni hanno decimato la mia squadra!

Fede - La mia Lega Fantacalcio