Ciao, sono Andrea e oggi vorrei raccontare la mia giornata fantacalcistica, che è assomigliata più ad una montagna russa che ad una vittoria di mezzo punto grazie ai modificatori.

Odi et amo rappresenta al meglio il rapporto dei fantallenatori verso i modificatori, capaci di regalare sconfitte cocenti o come nel mio caso vittorie epiche.

Arrivo alla sfida contro Mai Stati in B, terza forza della nostra lega Fantavalle delle lacrimecon l'attacco incerottato: con Mertens e Correa fermi ai box e Muriel probabilmente ridotto ad una triste tribuna, decido di puntare sui modificatori con un 4-4-2 a fronte del 3-4-3 del mio avversario.

La mia lotta contro la sanità mentale inizia già Sabato alle 15.00: Malinovskyi escluso dall'11 titolare mi regala un ottimo 6.5 da subentrato, ma il mio primo panchinaro risponde al nome e cognome di Luis Muriel, facendomi pentire immediatamente della costante fiducia che riservo a Kouamè, schierato titolare nella speranza che si possa rilanciare contro il Crotone il giorno dopo. A completare il Sabato nero ci pensa Leao, che regala il primo bonus pesante al mio avversario.

La Domenica sembra presagire ad una Caporetto: Kalinic mi riporta alla serenità, ma prima Caicedo, poi i 2 assist di Brozovic e quello del suo pupillo Zaccagni mi convincono della sconfitta e della mannaia del suo modificatore centrocampo. Il gol di Mancini in zona Cesarini conferma il pomeriggio nero. 

Guardando però ai voti, mi accorgo che spicca il 7.5 di Musso, che nonostante i due gol subiti mi permette di raggiungere il tanto desiderato +3 di modificatore difesa. C'è una flebile speranza di evitare la sconfitta.

Essa ha un nome ed un cognome: Cesare Prandelli. Tanto odiato in precedenza per le sue scelte in attacco, il suo lasciare in panchina Kouamè per 82 minuti mi riporta in pareggio grazie al S.V. che permette a Muriel di entrare con i suoi pesantissimi 10 punti. Il tutto è condito dall'assist del pupillo Callejon, che mi permette di avere un modificatore centrocampo di -1/+1 impensabile poche ore prima. 

La sera infine l'ultimo tassello prende il suo posto: Szczesny subisce il gol che inchioda il punteggio del mio avversario a 78, mentre io arrivo a 76.5. Il calcolo finale è da brividi: 77 vs 80.5, vittoria 3-4 di mezzo punto grazie ai 5 punti complessivi dei modificatori e incredulità generale.

La Dea fortuna ha decisamente guardato in casa mia, ma l'importanza dei modificatori ha contribuito in maniera significativa.

Andrea - La mia Lega Fantacalcio